domenica,Giugno 20 2021

I moli di Sant’Irene e Briatico verso il ripristino, il sindaco Vallone: «Ridaremo decoro»

Il Comune ha ottenuto dalla Regione Calabria 300mila euro di fondi. Il primo cittadino: «Interventi necessari per garantire sicurezza»

I moli di Sant’Irene e Briatico verso il ripristino, il sindaco Vallone: «Ridaremo decoro»
Il molo di Briatico dopo le mareggiate e nel riquadro i primi interventi realizzati dai commissari

Era stato completamente disintegrato dalla furia del mare. Le mareggiate furono così violente da sventrare lo storico molo di Briatico. Oggi, dopo due anni da quell’eccezionale ondata di maltempo che colpì gravemente la Costa degli dei, un nuovo segnale di speranza rappresentato dall’ottenimento di fondi della Regione Calabria per il suo ripristino. 300mila euro il finanziamento previsto per il Comune guidato dal sindaco Lidio Vallone. Risorse che saranno destinate alla messa in sicurezza sia del molo di Briatico che quello di Sant’Irene.

Comune di Briatico

Il progetto approvato dalla giunta

Proprio nei giorni scorsi, con delibera di giunta, è stato approvato il progetto definitivo per «interventi di ripristino e ricarica di opere idraulico-marittime esistenti dei moli situati in località Sant’Irene e Torretta». Il piano, come spiegato dal primo cittadino Lidio Vallone, ha riguardato soprattutto il quadro economico: «In entrambi i casi, a Briatico e a Sant’Irene – spiega il sindaco – le mareggiate hanno causato danni pesanti. Era necessario intervenire per mettere i moli in sicurezza e per renderli nuovamente fruibili».

Il molo di Briatico danneggiato dalle mareggiate
Il molo di Briatico dopo le mareggiate

Gli interventi a Briatico

 Specie nel capoluogo, ripristinare il porticciolo significa rivitalizzare l’intero borgo marinaro e consentire ai pescatori locali di lavorare senza incorrere in ulteriori pericoli. Un primo intervento- si ricorderà- era stato realizzato durante la fase commissariale: «Per il molo di Briatico – specifica Vallone – pensiamo di recuperare la parte danneggiata e creare nuovi approdi. Quasi certamente verranno posizionati massi di mare e barriere frangiflutti, seguendo le modalità che i tecnici riterranno opportune».

«Ridare decoro alle zone marine»

A Sant’Irene insiste invece un altro problema, oltre alle voragini provocate dalle mareggiate: «Qui, oltre ai massi, bisogna intervenire sulla parte insabbiata e, se ci sarà la possibilità, punteremo al recupero di qualche metro di molo», ha specificato il primo cittadino. Tutto questo per garantire un primo ritorno alla normalità: «Procediamo per step ma la concretizzazione di questi interventi serviranno da premessa per ulteriori e futuri finanziamenti. Cercheremo di procedere speditamente per ridare decoro alle nostre località marine ed evitare ulteriormente disagi», ha infine concluso il sindaco Vallone.  


La notizia è stata accolta positivamente dai cittadini di Briatico che hanno in più occasioni, tramite anche Pino Albanese, residente da sempre attento alle questioni inerenti la tutela dei luoghi simbolo della città del mare, lanciato appelli alla Regione e alla politica tutta per risollevare l’area marina attraverso mirati interventi di restyling.  

Articoli correlati

top