Crisi da sovraindebitamento, alla Camera di commercio concluso il corso per i gestori del debito

L’ente camerale ha lanciato l’iniziativa per formare gli esperti del settore. In particolare commercialisti, avvocati e notai. Il presidente Catania: «Problematica particolarmente sensibile»

L’ente camerale ha lanciato l’iniziativa per formare gli esperti del settore. In particolare commercialisti, avvocati e notai. Il presidente Catania: «Problematica particolarmente sensibile»

Informazione pubblicitaria
Il corso alla Camera di commercio di Vibo

Commercialisti, notai e avvocati: i professionisti che, a norma di legge, sono deputati a sovraintendere le procedure di crisi d’impresa e dell’insolvenza volte a contemperare la posizione di chi, per evidenti ragioni oggettive, si trova impossibilitato ad onorare nei termini gli impegni assunti, e, allo stesso tempo, le legittime aspettative dei creditori, hanno partecipato a Vibo Valentia al corso di formazione e aggiornamento teorico/pratico per gestori della crisi da sovraindebitamento. Lo riferisce un comunicato dell’ente camerale vibonese. Il corso è stato organizzato dalla Camera di Commercio in collaborazione con l’Ente di formazione degli avvocati di Messina e in convenzione con l’Università Telematica Pegaso. Alle giornate formative, che si sono svolte in otto sessioni nel periodo da maggio a giugno, hanno avuto accesso i professionisti ammessi dopo aver proposto domanda di partecipazione ad un bando dell’Ente camerale. «La Camera di Commercio si è attivata a strutturare questo corso – ha detto il presidente dell’Ente Antonio Catania – in modo da fornire ai professionisti abilitati tutte le competenze pluridisciplinari necessarie per affrontare situazioni tecniche e sociali particolarmente sensibili e la cui positiva definizione risulta utile non solo alle parti in causa, ma anche al sistema giudiziario, non aggravato da infruttuosi contenziosi, e a quello economico che mantiene elementi produttivi validi per la competitività».