La Provincia ritarda gli stipendi, cinque lavoratori perdono i bonus e la chiamano ai danni

L’ente citata in giudizio per pagare il risarcimento corrispondente agli importi che i dipendenti hanno dovuto restituire con la dichiarazione dei redditi

L’ente citata in giudizio per pagare il risarcimento corrispondente agli importi che i dipendenti hanno dovuto restituire con la dichiarazione dei redditi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La Provincia di Vibo Valentia ritarda con il pagamento degli stipendi, cinque dipendenti perdono così il bonus Irpef ed il “bonus Renzi” (le 80 euro in busta paga) e fanno causa all’ente per il risarcimento dei danni. Una vicenda singolare che vede la Provincia citata in giudizio per sentirla condannare al risarcimento dei danni poiché la “condotta colposa”, consistente nel ritardato pagamento degli stipendi, ha determinato un “danno ingiusto” ai dipendenti Nicola Costantino, Natalina Carello, Fortunato La Rocca, Gianfranco Lentini e Raffaele Fioresta, corrispondente agli importi che i dipendenti hanno dovuto restituire in sede di dichiarazioni dei redditi. I lavoratori avrebbero avuto diritto a percepire direttamente in busta paga il “bonus Renzi” con decorrenza da maggio 2014. La Provincia ha deciso di resistere in giudizio affidandosi al servizio legale dell’ente. La citazione a giudizio da parte dei dipendenti comprende naturalmente la richiesta di pagamento anche delle spese legali. 

Informazione pubblicitaria