domenica,Ottobre 17 2021

Vibo Marina, soppresso lo sportello bancomat di via Emilia

L’ennesimo segnale negativo per un territorio che appare incapace di risollevarsi per emergere dalla palude di una stagnazione economica in cui sembra sprofondare sempre di più

Vibo Marina, soppresso lo sportello bancomat di via Emilia

Aperta nell’immediato dopoguerra sotto la forma giuridica di Cassa di Risparmio, la filiale di Vibo Marina era stata, per molti decenni, l’unico sportello bancario presente nel territorio costiero vibonese e aveva rappresentato un importante punto di riferimento per famiglie e utenza retail nonché un valido supporto per le industrie e le piccole e medie imprese che in quegli anni facevano registrare un ritmo d’incremento positivo. Ma un progressivo quanto inesorabile declino del tessuto economico locale, seguito da una fase di pesante deindustrializzazione, unitamente alle mancate occasioni di sviluppo del porto di Vibo Marina, rimasto l’unica risorsa economica del territorio, rappresentarono tutti elementi che decretarono una importante riduzione della ricchezza in circolazione.

Tagli agli sportelli

Le continue trasformazioni registratesi negli ultimi anni nel settore bancario fecero il resto. Dopo l’incorporamento di Banca Carime in Ubi Banca, i vertici aziendali decisero una serie di tagli di sportelli bancari, fra cui quello di Vibo Marina avvenuto nel 2014. Venne lasciato, per l’utenza della cittadina portuale, soltanto lo sportello bancomat ubicato nell’ex filiale di via Emilia. Dopo la recente fusione di Ubi Banca con il colosso Banca Intesa, si registra ora una nuova quanto inattesa decisione che priva l’utenza locale e i numerosi forestieri che, in modo stanziale o solo di passaggio, raggiungono Vibo Marina in particolar modo nel periodo estivo, di un servizio ritenuto, ai nostri giorni, di fondamentale importanza.

Segnale negativo per il territorio vibonese

L’ennesimo segnale negativo per un territorio che non appare in grado di risollevarsi per emergere dalla palude di una stagnazione economica in cui sembra sprofondare sempre di più. Facilmente intuibile e ampiamente comprensibile il senso di frustrazione che si avverte in tutti gli strati sociali di Vibo Marina, che vede ridursi al lumicino, ogni giorno che passa, anche i servizi ritenuti di primaria importanza.

Articoli correlati

top