Adieu a “La Belle dell’Adriatique”, Lo Schiavo chiede un consiglio comunale sul porto

Dopo tre anni Vibo Marina perde l’attracco della nave da crociera belga. Il già candidato sindaco attacca: «Un’altra occasione persa. Mancano i servizi e gli investitori scappano»

Dopo tre anni Vibo Marina perde l’attracco della nave da crociera belga. Il già candidato sindaco attacca: «Un’altra occasione persa. Mancano i servizi e gli investitori scappano»

Informazione pubblicitaria
La Belle de l'Adriatique ormeggiata in porto
Informazione pubblicitaria

«Dopo tre anni, il porto di Vibo Marina perde l’attracco della nave da crociera “La Belle dell’Adriatique”. Non so quale siano le ragioni commerciali e organizzative che hanno portato a tale scelta. Quello di cui sono certo, è che la politica locale continua a discutere e dividersi su cose inutili, mentre perdiamo costantemente occasioni di sviluppo. Cosa ne è stato dello sviluppo crocieristico del nostro porto? Quale la programmazione dell’amministrazione comunale? Quali sono stati gli interventi concreti per rendere appetibile lo scalo vibonese?». Questi gli interrogativi che si pone il già candidato sindaco di Vibo Valentia Antonio Lo Schiavo in relazione al mancato rinnovo dell’attracco della piccola nave da crociera che negli anni precedenti aveva scelto il porto vibonese tra i suoi scali. «La verità – afferma l’esponente dei Progressisti per Vibo – è che i passeggeri che scendono per un’escursione in bicicletta continuano a  trovare non fruibile la Tonnara di Bivona, a non trovare alcun sito visitabile, ricevendo come ricordo solo un’immagine di abbandono del nostro territorio. Se il consiglio comunale vuole realmente provare ad affrontare il tema dello sviluppo della città – aggiunge -, si convochi urgentemente una seduta ad hoc per parlare di questo, de “La Belle dell’Adriatique”, del porto e delle sue (mancate) prospettive. Io ho provato a portare in consiglio comunale temi legati al futuro della città, senza successo, ma continuo a pensare che se si continuerà con quanto finora visto non si andrà molto lontano».

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEAu revoir a “La Belle de l’Adriatique”, ultimo attracco della stagione per la nave belga a Vibo Marina

A Vibo Marina torna “La Belle de l’Adriatique”, la Pro loco auspica migliorie al porto