Reddito cittadinanza e Quota 100, per Cavallaro (Cisal): «Decreto positivo»

Il leader del sindacato concorda sulla misura del Governo elogiando i provvedimenti: «importante risposta alle esigenze dei lavoratori, delle famiglie in difficoltà e dei giovani in cerca di occupazione»

Il leader del sindacato concorda sulla misura del Governo elogiando i provvedimenti: «importante risposta alle esigenze dei lavoratori, delle famiglie in difficoltà e dei giovani in cerca di occupazione»

Informazione pubblicitaria
Franco Cavallaro, leader della Cisal
Informazione pubblicitaria

Il vibonese Franco Cavallaro, segretario generale della Cisal, di ritorno da un incontro internazionale a Strasburgo, nel corso di una conferenza, ha giudicato positiva l’approvazione, da parte del Governo, del decreto sul reddito di cittadinanza e Quota 100. «Non possiamo che condividere l’approvazione del decreto che contiene le norme relative a reddito di cittadinanza e Quota 100. Riteniamo il deciso intervento del Governo una prima e importante risposta alle esigenze dei lavoratori, delle famiglie in difficoltà e dei giovani in cerca di occupazione. Già in occasione dell’incontro con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, avvenuto lo scorso dicembre – aggiunge il leader della Cisal – la Confederazione si è dichiarata favorevole all’impostazione adottata dal Governo sulla legge di bilancio, sottolineando l’importanza e l’inderogabile necessità di un immediato intervento sul sistema previdenziale, divenuto causa di un profondo squilibrio sociale intergenerazionale, nonché l’opportunità di intervenire con misure di sostegno del reddito delle famiglie in difficoltà, affiancandole a una rinnovata e più avanzata politica di stimolo dello sviluppo dell’economia e dell’occupazione». 

Informazione pubblicitaria