All’Alberghiero di Vibo di scena il concorso “Calabria, cultura gastronomica mediterranea”

Promosso dall’Unione regionale cuochi, dall’Associazione provinciale cuochi vibonesi e dall’Istituto “Gagliardi”, sarà valido anche per la selezione del concorso “Miglior allievo istituto alberghiero d’Italia” 

Promosso dall’Unione regionale cuochi, dall’Associazione provinciale cuochi vibonesi e dall’Istituto “Gagliardi”, sarà valido anche per la selezione del concorso “Miglior allievo istituto alberghiero d’Italia” 

Informazione pubblicitaria

Grande attesa nella sede dell’Ipesoa “E. Gagliardi” per mercoledì 23, con inizio alle ore 8.30. Andrà in scena la XX edizione del concorso enogastronomico regionale “Calabria, Cultura Gastronomica Mediterranea”. Il tema proposto sarà “Lo sgombro tra tradizione e innovazione nel legame con la dieta mediterranea di riferimento”. Ad organizzarlo l’Unione regionale cuochi Calabria, l’Associazione provinciale cuochi vibonesi e l’Istituto “Gagliardi” di Vibo Valentia. La gara sarà valida per la selezione al concorso “Miglior allievo istituto alberghiero d’Italia” indetto da Metro Italia con la Federazione italiana cuochi, giunto ormai alla IV edizione. Si tratta di un appuntamento nazionale ricorrente per coloro ai quali sarà ceduto il testimone e l’eredità professionale della cucina italiana. Gli allievi di Ipsar, Ipssar e Istituti professionali riconosciuti dalle regioni, ovvero i 20 finalisti provenienti da ogni regione attraverso una selezione sui territori coordinata dalle Unioni Regionali della Fic, si affronteranno per le finali del “Premio Metro Italia Cash and Carry” il 16 febbraio 2019, all’interno dei campionati della cucina italiana.    

«Attraverso questo concorso – si legge in un comunicato – l’Unione regionale cuochi Calabria porta avanti la promozione e la conoscenza della nostra tradizione gastronomica tra tutti gli studenti dei corsi di cucina degli istituti alberghieri statali. In particolare per riscoprire e valorizzare la cultura gastronomica del passato con le sue semplici e genuine preparazioni; per far conoscere ai giovani d’oggi, aspetti storico-culturali sugli usi e costumi della tradizione contadina, tutelando il territorio e le economie della filiera agricola che sempre più risultano essere apprezzate dal turista attento alla conoscenza del prodotto tipico e della sua storia; ma anche per motivare gli allievi ad acquisire maggiore consapevolezza sull’evoluzione della cucina che diviene arte ancor più nobile, quando alla manualità si aggiunge la passione e la capacità di saper promuovere il prodotto gastronomico anche sotto l’aspetto antropologico». L’inizio della manifestazione è prevista le 8.30 e il concorso si protrarrà per tutta la mattinata. Nel pomeriggio, per le 16 è prevista la premiazione dei concorrenti. Un impegno importante per l’Ipseoa “E. Gagliardi” preparato e atteso dal  dirigente scolastico Pasquale Barbuto, insieme a tutto il personale scolastico, con una certa emozione afferma: «Sarà un importante momento di crescita culturale e professionale per la cucina calabrese e per il nostro istituto. In particolare per gli allievi si presenta la straordinaria possibilità di potersi confrontare e di mettere alla prova la loro professionalità, ma anche la passione in un campo, quello enogastronomico, capace di esprimere risorse e potenzialità con rinnovato entusiasmo».