Caffo è la Miglior distilleria italiana 2019, l’azienda di Limbadi premiata a Berlino

La giuria di esperti del settore è stata chiamata a valutare oltre 300 specialità provenienti da 19 Paesi di tutto il mondo ed ha assegnato ulteriori prestigiosi premi ai liquori del gruppo

La giuria di esperti del settore è stata chiamata a valutare oltre 300 specialità provenienti da 19 Paesi di tutto il mondo ed ha assegnato ulteriori prestigiosi premi ai liquori del gruppo

Informazione pubblicitaria
Nuccio Caffo nella sua azienda
Informazione pubblicitaria

Nella sesta edizione dell’Annual Berlin International Spirits Competition, la distilleria Caffo Srl si è aggiudicata il premio come Miglior distilleria italiana 2019. La giuria di esperti del settore spirits è stata chiamata a valutare oltre 300 specialità provenienti da 19 Paesi di tutto il mondo e ha assegnato ulteriori prestigiosi premi ai liquori Caffo: dalla Medaglia d’oro per il Limoncino dell’Isola, alle Medaglie d’argento per il Liquorice e l’Heritage Brandy Riserva del 1970, sino alla Medaglia di bronzo per la grappa Sgnape dal Fogolar. «Questi premi a livello internazionale – si legge in una nota – confermano il valore delle antiche ricette frutto di anni e anni di ricerche e rielaborazioni. Volutamente il Gruppo Caffo non ha presentato in concorso i suoi marchi più conosciuti come Vecchio Amaro del Capo o Borsci San Marzano, prodotti che hanno già ricevuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. Caffo ha scommesso su prodotti meno conosciuti ottenendo un risultato eccezionale».

Informazione pubblicitaria

Per l’amministratore delegato dell’azienda Nuccio Caffo «Questi riconoscimenti rappresentano per noi una grande soddisfazione e una conferma dell’impegno costante nella ricerca di prodotti di alta qualità e in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Il premio come Miglior Distilleria italiana è indubbiamente motivo di orgoglio, ma anche una grande responsabilità perché ci rende portatori del gusto italiano nel mondo. Gli attestati della giuria berlinese sono un ulteriore stimolo a continuare sul percorso intrapreso e guardiamo con fiducia il futuro nella convinzione che continueremo a stupire il nostro pubblico con novità e delizie da bere e degustare in purezza o declinate in altre formule come cocktail, dessert e molto altro ancora». I prodotti vincitori sono tutti realizzati integralmente nella sede storica di Limbadi, ad eccezione di Sgnape dal Fogolar, prodotta nella filiale friulana di Caffo specializzata nella distillazione di grappe e acquaviti e nel loro invecchiamento.

LEGGI ANCHECaffo torna al cinema, i suoi prodotti nel nuovo film con Abatantuono e Salemme

Caffo alla conquista degli Usa, la distilleria calabrese entra in Starbucks

Alla distilleria Caffo il riconoscimento di “Eccellenza italiana”

Tradizione e gusto, l’Amaro del Capo conferma la sua leadership sul mercato