domenica,Novembre 28 2021

A Pizzo torna la tradizionale fiera di tutti i santi: ecco le regole per clienti e venditori

Le misure contenute in una ordinanza della terna commissariale per garantire un corretto svolgimento delle attività

A Pizzo torna la tradizionale fiera di tutti i santi: ecco le regole per clienti e venditori

Una serie di misure per consentire il corretto svolgimento della tradizionale fiera di tutti i santi in programma il primo novembre. Le disposizioni sono state adottate dalla terna commissariale al fine di garantire «l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche» in pandemia.

Misure per i venditori

La Fiera di tutti i Santi – si legge nell’ordinanza – si terrà nell’area del centro cittadino «secondo i rilievi planimetrici approvati con delibera di giunta il 15 ottobre scorso». L’inizio delle operazioni di posizionamento per i venditori aderenti è dalle ore 6.00 alle 7.00, le vendite inizieranno dalle 8.00 e si concluderanno alle 19.00 in modo da garantire lo sgombero entro le ore 20.00. In tale contesto «i banchi dovranno essere distanziati non meno di un metro l’uno dall’altro». Il titolare di concessione di posteggio all’interno della fiera sarà considerato assente qualora il «posteggio medesimo non risulti occupato entro le ore 7.30. L’area rimarrà comunque libera».

Regole anti-contagio per i cittadini

Per gli utenti sarà vietato l’accesso all’area mercantile in presenza di febbre (oltre 37,5) o altri sintomi influenzali. La mascherina è obbligatoria inoltre viene suggerito di provvedere frequentemente all’igienizzazione delle mani con i prodotti reperibili in ogni postazione di vendita. Si dovrà osservare inoltre un distanziamento interpersonale «di almeno un metro dagli altri utenti ad eccezione dei componenti del medesimo nucleo familiare o conviventi».

Regole per i venditori

Ogni venditore «dovrà rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro» sia dagli altri operatori che dai clienti». Dovrà provvedere a pulire e disinfettare le attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di vendita igienizzando banchi e merci. In più – tra le altre cose – dovrà transennare il primo banco impedendo accessi laterali, utilizzare la mascherina, mettere a disposizione della clientela sistemi per la disinfezione delle mani, esercitare attività di vendita solo fronte banco, esporre cartellonistica informativa sul distanziamento interpersonale e le disposizioni che gli utenti devono rispettare, effettuare la raccolta differenziata e lasciare la postazione in uno stato decoroso, dotarsi di un estintore.
Il compito di controllo sul rispetto delle disposizioni è affidato alla polizia locale. I contravventori potranno essere allontanati dal mercato o sottoposti a sanzione amministrative e al relativo pagamento di una somma ricompresa tra 24 e 500 euro.

top