martedì,Gennaio 25 2022

Sviluppo, la Nesci: «Con il Pnrr 40 miliardi a incentivi, crediti di imposta e taglio tasse»

Il sottosegretario per il Sud e la Coesione sociale dice sì al tavolo tecnico istituito dalla Confapi Calabria

Sviluppo, la Nesci: «Con il Pnrr 40 miliardi a incentivi, crediti di imposta e taglio tasse»
Il sottosegretario Dalila Nesci

«Con il Piano nazionale di ripresa e resilienza abbiamo destinato 40 miliardi di euro a incentivi, crediti di imposta e taglio delle tasse per le imprese. Come Governo siamo al fianco delle piccole e medie imprese perché rappresentano la spina dorsale del Paese, per questo vogliamo sostenere il mondo produttivo con azioni concrete, mettendo in campo risorse e strumenti a beneficio dell’economia reale: penso al Superbonus 110%, che ha consentito la nascita di 30.000 nuove imprese e che vogliamo estendere anche alle aziende».

Lo ha detto il sottosegretario per il Sud e la Coesione territoriale, Dalila Nesci durante il suo intervento all’incontro svoltosi nella sede della Confapi Calabria (Confederazione italiana della piccola e media industria) alla presenza di Francesco Napoli, presidente Confapi Calabria; Giancarlo Fortino, delegato Rettore Unical Internazionalizzazione; Carlo Spina, responsabile Unipegaso Cosenza; Marcello Manna, presidente Anci Calabria, e i delegati dei Consulenti del lavoro, con rappresentanti del settore giovanile e  delegati dell’ordine degli architetti. Al termine dell’incontro è stato istituito un Tavolo permanente che coinvolge i rappresentati presenti durante la discussione. L’obiettivo, condiviso anche dal sottosegretario Dalila Nesci è quello di indirizzare i fondi nella direzione giusta, facendo convergere pubblico e privato, mondo del lavoro e della ricerca.

«Un ulteriore obiettivo strategico  che stiano portando avanti – ha quindi aggiunto l’esponente del Governo Draghi – che stiamo portando avanti è quello di sostenere gli investimenti per l’innovazione e l’internazionalizzazione delle piccole e medie, con particolare attenzione alla nascita di nuove start-up»

top