mercoledì,Maggio 18 2022

Inaugurata a Vibo Marina la sede dell’Autorità portuale. Previsti lavori per 18 milioni

Il presidente Agostinelli ha parlato dei lavori per risanare e ammodernare le banchine portuali e ripristinare la capacità operativa dell’infrastruttura

Inaugurata a Vibo Marina la sede dell’Autorità portuale. Previsti lavori per 18 milioni
Inaugurazione dei locali dell’Autorità portuale a Vibo Marina

L’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio ha inaugurato la propria sede a Vibo Marina. La cerimonia ha avuto inizio con l’intervento del presidente Andrea Agostinelli che ha salutato le autorità civili, religiose e militari presenti e ha evidenziato l’importanza della sinergia tra le Istituzioni a garanzia del concreto sviluppo dello scalo. «Dopo l’ingresso del porto vibonese tra gli scali di competenza, l’Ente – ha sottolineato Agostinelli – ha subito programmato il rilancio dell’infrastruttura affinché potesse essere al servizio delle attività commerciali e industriali ma anche diportistiche e da crociera». [Continua in basso]

Il presidente Agostinelli ha quindi posto l’attenzione sui lavori di “Risanamento e consolidamento delle banchine portuali Pola, Tripoli, Papandrea e Buccarelli”, pianificati dall’Ente per assicurare, in primo luogo, la messa in sicurezza delle banchine portuali e, così, il ripristino della capacità operativa dell’intera infrastruttura. Si tratta di interventi tecnico-funzionali del valore complessivo di 18 milioni di euro, derivanti dalla Regione Calabria attraverso il Fondo Coesione e Sviluppo, di cui si attende l’atto di trasferimento regionale di gestione dei fondi all’Autorità di Sistema portuale.

Nello specifico, i lavori programmati puntano a risolvere il problema della risacca, adeguare gli spazi delle banchine, ripristinare la profondità dei fondali portuali a nove metri, consolidare i moli esistenti e attrezzare il porto con un molo da destinare, anche, all’attracco di mega yacht e navi da crociera. Si avvia così un articolato programma di rilancio dello scalo portuale di Vibo Valentia, cristallizzato nel Piano operativo delle opere, già concordato con l’amministrazione comunale di Vibo Valentia, con la quale, ancor prima dell’insediamento dell’Ente, sono state tenute riunioni di confronto e di sinergia istituzionale con il sindaco Maria Limardo.

La cerimonia è proseguita con gli interventi del sindaco Maria Limardo, dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico Rosario Vari e del prefetto di Vibo Valentia Roberta Lulli che hanno evidenziato l’importanza della presenza dello Stato nel territorio. Dopo gli interventi istituzionali e il taglio del nastro per mano del prefetto Roberta Lulli e del sindaco Maria Limardo, il parroco del porto di Vibo Marina don Saverio Di Bella ha benedetto i locali. Tra i presenti alla cerimonia, il prefetto di Vibo Valentia, Roberta Lulli, l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Rosario Varì, il procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Camillo Falvo, il sindaco Maria Limardo, l’on. Riccardo Tucci, il comandante della capitaneria di porto di Vibo Marina Massimiliano Pignatale, il comandante del Roan della Guardia di Finanza di Vibo Alberto Catone, il presidente di Confindustria Vibo Valentia Rocco Colacchio. Mentre il sottosegretario di Stato Dalila Nesci ha inviato un messaggio istituzionale di saluto.

Articoli correlati

top