martedì,Agosto 9 2022

Consorzio Costa degli dei, Michele Comito: «Divenuta realtà un’importante iniziativa»

Presto l’approvazione dello statuto grazie alla modifica proposta dal consigliere di Forza Italia: «Riagganciati i fili di un discorso che potrà concludersi nel migliore dei modi, per portare tutti i benefici previsti»

Consorzio Costa degli dei, Michele Comito: «Divenuta realtà un’importante iniziativa»
Un tratto del litorale di Capo Vaticano
Michele Comito

«La commissione Bilancio del consiglio regionale della Calabria ha compiuto un piccolo ma fondamentale passo per trasformare in realtà una delle più importanti iniziative di sviluppo dei centri costieri del Vibonese». Con queste parole il consigliere regionale di Forza Italia, Michele Comito, commenta l’approvazione in commissione delle modifiche – proposte unitamente al collega Giovanni Arruzzolo – necessarie affinché la legge regionale 21 del 19 novembre 2020 possa finalmente vedere attuazione. Si tratta del provvedimento col quale, nella passata legislatura, è stato istituito il Consorzio Costa degli dei, «grazie all’azione – afferma oggi Comito – dell’allora consigliere regionale Vito Pitaro, cui va il merito di avere creduto nel progetto, di avergli dato forma e di averlo condotto in porto con grande determinazione, aggregando attorno a sé anche il consenso degli amministratori locali senza distinzione di colore politico, ma con la sola forza delle idee. Un’idea – prosegue Michele Comito – nata dalla lungimiranza del senatore Giuseppe Mangialavori, che già nel 2018 aveva portato a Palazzo Madama una apposita proposta di legge, e proseguita due anni dopo con l’approvazione nel corso della passata legislatura regionale. All’epoca l’iter non si concluse per via della triste vicenda della compianta presidente Santelli. Ma oggi come centrodestra abbiamo riagganciato i fili di un discorso interrotto che potrà quindi concludersi nel migliore dei modi, per portare tutti i benefici previsti agli enti e quindi ai cittadini della splendida Costa degli dei». Giovanni Arruzzolo è il cognato di Michele Comito.

Nello specifico, le modifiche proposte da Comito permetteranno al Consorzio di adottare il proprio statuto non più, come previsto originariamente, su delibera del consiglio regionale, bensì su approvazione da parte dell’assemblea del Consorzio medesimo. «In tal modo – spiega l’esponente di maggioranza – si rende l’iter più snello e veloce, ed anche in futuro, in caso di necessità di variazioni allo statuto, l’ente si potrà determinare senza bisogno di attendere ogni volta una delibera di Palazzo Campanella». Gli obiettivi e le funzioni del Consorzio – al quale la Regione erogherà annualmente un contributo di 150mila euro – sono molteplici: dal potenziamento delle infrastrutture ed in particolare delle strade, alla valorizzazione di tutti gli elementi culturali materiali e immateriali; dalla tutela dell’ambiente costiero e marino all’ammodernamento di piazze, parchi e borghi; dalla valorizzazione dei settori produttivi presenti al disinquinamento, fino alla tutela delle risorse idriche e molto altro. Del Consorzio fanno parte i Comuni di Pizzo, Vibo Valentia, Briatico, Zambrone, Parghelia, Tropea, Ricadi, Joppolo e Nicotera.

top