giovedì,Luglio 29 2021

Provincia, lavoratori in marcia a Catanzaro in attesa d’incontrare Alfano

Una folta delegazione di dipendenti di Palazzo ex Enel ha preso parte oggi alla mobilitazione dei lavoratori del pubblico impiego. Domani raggiungeranno Dinami per tentare un approccio con il ministro dell’Interno.

Provincia, lavoratori in marcia a Catanzaro in attesa d’incontrare Alfano

Dopo la trasferta di ieri, i dipendenti della Provincia di Vibo Valentia oggi sono ritornati a Catanzaro. Nessun meeting in programma, come quello avvenuto tra Upi e Regione, dove finalmente è stato raggiunto un accordo tra le parti sui Centri per l’impiego, bensì uno sciopero. Quello generale organizzato dai sindacati del pubblico impiego, al quale hanno partecipato anche persone provenienti dalle altre province calabresi.

Una manifestazione «bella, ben partecipata», ha detto Carmela Valia, dipendente provinciale e consigliere comunale nonché parte attiva nella vertenza. «Siamo stati in prima fila, sorreggendo lo striscione.

Nonostante alcuni piccoli passi in avanti, non vogliamo abbandonare la strada della protesta, mantenendo alto il livello di attenzione sul nostro caso. Ed infatti domani siamo intenzionati ad andare dal ministro Alfano, anche se sarà difficile avvicinarlo», ha affermato.

Il ministro degli Interni, com’è noto, sarà infatti nel Vibonese domani, in occasione dell’inaugurazione del centro di aggregazione giovanile a Melicuccà di Dinami. Sarebbe dovuto passare anche dalla Scuola di Polizia in città, ma per motivi di tempistica e di cattivo tempo ha dovuto cambiare tragitto.

Alfano non andrà alla Scuola di Polizia

Non solo, gli stessi dipendenti in una lettera avevano chiesto proprio al ministro un passaggio alla Provincia. Alla missiva, però, non c’è stata alcuna risposta.

Provincia, si procede a piccoli passi: pagato uno stipendio mentre si attende Alfano

top