mercoledì,Agosto 10 2022

Serra San Bruno, al via “Grano nostro”: previsti laboratori, dibattiti e degustazioni

L’evento nasce far conoscere e approfondire le qualità dei semi antichi nonché valorizzare le proprie tradizioni

Serra San Bruno, al via “Grano nostro”: previsti laboratori, dibattiti e degustazioni
Campo di grano, immagine di repertorio da pixabay

Serra San Bruno si prepara all’evento “Grano nostro”. A differenza del passato, l’edizione 2022 – in programma 21 e 22 luglio- sarà itinerante. «Il percorso – spiega una nota – è iniziato con la semina in autunno attraversando campi tra mare e montagna, coinvolgendo bambini e ospitando viaggiatori del mondo. Rivivendo la magia dei cicli della natura legati al grano, con energia e armonia fra terra e uomo, che ha unito, unisce e unirà famiglie e amici in un unico obiettivo: il raccolto del futuro che sarà un grano del passato». La due giorni in località “Tre acque” prevede laboratori, degustazioni e confronti tematici. [Continua in basso]

L’evento è promosso da “Terre di Perré – Custodi di Saperi e Sapori”, progetto dell’associazione culturale “I Sognatori” in collaborazione con l’azienda agricola “Terra rossa” che ospiterà la manifestazione. “Grano nostro” prevede anche il contributo dei progetti “Poly Hortus” e “Passpartout.up”. Parteciperanno trenta educatori ambientali provenienti da Spagna, Portogallo, Grecia, Romania e Italia coinvolti nel corso di formazione “Greener Life” che si tiene a Serra San Bruno dal 20 al 27 luglio nell’ambito della programmazione europea “Erasmus Plus”. Proseguono invece le collaborazioni storiche con la società agricola “Terra & Vita” dei fratelli Maio, l’associazione socio-culturale “Brognaturo nel cuore”, la cooperativa sociale “Solutions” e la cooperativa sociale “Risposta”.

Grano nostro

«La manifestazione “Grano nostro” – hanno spiegato ancora gli organizzatori – è stata fra le prime, negli anni scorsi, a promuovere, far conoscere e approfondire le qualità dei semi antichi e autoctoni del grano, associando al confronto “tecnico” la creazione di un’atmosfera d’altri tempi, per non dimenticare le tradizioni delle generazioni passate, riscoprendone i pregi e proponendo veri e propri momenti di crescita non solo grazie al confronto teorico fra culture e metodi diversi ma aggiungendo, come sempre, la fase “pratica” della mietitura, della panificazione, della pastificazione, della trebbiatura con una antica trebbia a fermo, della convivialità con l’aperitivo a base di prodotti locali».

Il programma

Giovedì 21 luglio

  • Ore 9.00 -Laboratorio “Impastiamo il pane”
  • Ore 17.00 -Momento di confronto tra contadini, esperti del settore e associazioni
  • ore 19.00- Aperitivo con prodotti locali

Venerdì 22 luglio

  • Ore 5.30 -Mietitura a mano e “La colazione del mietitore”.
  • Ore 10.00 – La diversità come ricchezza Greener life. A seguire “Facciamo il pane in casa”.
  • Ore 15.30- Trebbiatura con antica rebbia a fermo. In tale contesto verranno lavorati nell’aia comune i covoni provenienti dalla mietitura a mano del grano di Cascina Montessori a Soverato, Terre di Perrè a Torre di Ruggiero, Polyhortus a Pizzoni e Terra Rossa a Serra San Bruno. Seguiranno giochi a premio.

Articoli correlati

top