Lavoro, dopo mesi di battaglie arriva la proroga per i tirocinanti del Mibac

In tutta la Calabria sono 420 i lavoratori assunti per un anno e che da tempo attendevano di poter riprendere a lavorare. Proseguiranno la loro formazione per altri 12 mesi

0
6

In tutta la Calabria sono 420 i lavoratori assunti per un anno e che da tempo attendevano di poter riprendere a lavorare. Proseguiranno la loro formazione per altri 12 mesi

Informazione pubblicitaria

Buone notizie per 420 tirocinanti calabresi. Il ministero per i Beni e le attività culturali, infatti, nelle scorse ore ha dato il via libera al progetto finalizzato a mettere a loro disposizione i luoghi della cultura statali, per continuare i percorsi di formazione on the job presso le sedi della Calabria. Il progetto, nello specifico, prevede la sottoscrizione di una convenzione tra il segretariato regionale del ministero per i Beni e le attività culturali e la Regione Calabria, tesa, appunto, a permettere il proseguimento per i suddetti tirocinanti del percorso di perfezionamento già intrapreso oltre 12 mesi fa. Tra gli obiettivi dichiarati, quello di contribuire a migliorare la promozione e la valorizzazione dei luoghi di cultura della regione.

Informazione pubblicitaria

La durata prevista è, in questo caso, di un ulteriore anno. Il percorso formativo, con acquisizione di competenze certificate, sarà riproposto nei luoghi della cultura, parchi e aree archeologiche, biblioteche e archivi di Stato di pertinenza del Mibac. In particolare, presso il Segretariato regionale con sede a Roccelletta di Borgia, la Soprintendenza Abap per la Città Metropolitana di Reggio Calabria e la Provincia di Vibo Valentia, la Soprintendenza Abap per le Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone, tutti i luoghi di cultura del Polo museale della Calabria, il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Calabria, gli Archivi di Stato di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria e Vibo Valentia, la Biblioteca nazionale di Cosenza e tutte le sedi staccate e/o operative degli stessi Istituti.

Venti sono i tirocinanti del Vibonese, impiegati nei musei di Vibo e Mileto e nell’Archivio di Stato della città capoluogo. Il rinnovo riguarda i tirocinanti di prima e seconda fascia, i quali avevano concluso il loro percorso lo scorso 28 febbraio. D’allora hanno intrapreso diverse battaglie, che alla fine hanno portato a questo positivo risultato. Quelli di terza fascia, invece, stanno attualmente svolgendo il loro primo anno di tirocinio nei vari istituti.

LEGGI ANCHETirocinanti Miur-Mibact, nuovo appello: «Non lasciateci in mezzo alla strada»

L’appello dei tirocinanti Miur-Mibact: «Qualche politico prenda a cuore la nostra vicenda»

Contratti vicini alla scadenza, tensione tra i tirocinanti del Mibac in Calabria

Contratti a scadenza, i tirocinanti del Mibact scrivono a Oliverio