lunedì,Luglio 4 2022

Sicurezza dei prodotti, Camera di commercio in prima linea

Prosegue l’azione di controllo sulla sicurezza ed etichettatura da parte dell’Ente camerale tesi a verificare la rispondenza alle prescrizioni comunitarie e nazionali vigenti a tutela dei consumatori e della concorrenza

Sicurezza dei prodotti, Camera di commercio in prima linea

Nell’ambito dei servizi di vigilanza del Mercato e secondo quanto prescritto dalle direttive europee, la Camera di Commercio di Vibo Valentia, prosegue l’azione di controllo sulla sicurezza ed etichettatura dei prodotti in commercio per verificare che siano rispondenti alle prescrizioni comunitarie e nazionali vigenti a tutela dei consumatori e della concorrenza leale.

«Tale competenza – si legge in una nota – scaturisce da un’intesa che lo stato italiano, nell’ambito degli adempimenti comunitari obbligatori di programmazione dei controlli previsti dal regolamento n. 765/2008, ha sottoscritto nel 2012 con Unioncamere nazionale che impegna territorialmente in questo delicato ambito proprio gli enti camerali con specifici compiti e funzioni».

La Camera di Commercio vibonese chiarisce di aver aderito sin dall’inizio della campagna dei controlli attraverso la stipula di apposite convenzioni «che hanno registrato, a livello nazionale, dati molto interessanti: 2 guide elaborate per informare imprese e consumatori sulla corretta etichettatura dei prodotti tessili e calzaturieri; numerose azioni di campionamento dei prodotti e degli operatori economici da sottoporre a controllo; circa 8.750 ispezioni effettuate (giocattoli, prodotti elettrici e compatibilità elettromagnetica, dispositivi di protezione individuale, prodotti connessi all’energia, prodotti generici di cui al codice del consumo, tessile e calzature, settore metrico); n. 48.700 prodotti verificati; n. 1.000 controlli documentali svolti e n. 2.000 prove di laboratorio affidate.

Anche nel 2017 la Camera di Commercio di Vibo Valentia proseguirà con una nuova campagna di controlli in particolare nei settori Giocattoli, Dispositivi di protezione individuale di 1^ categoria, prodotti generici di cui al codice di consumo e materiale elettrico (bassa tensione e compatibilità elettromagnetica). La tipologia dei controlli riguarderà controlli visivo/formale; controlli documentali (tale ambito potrà essere svolto anche con l’ausilio di un organismo notificato/laboratorio accreditato alla norma Uni Cei En Iso Iec 17025 per le specifiche prove).

«Il rispetto delle regole nella commercializzazione dei prodotti – dice il presidente della Camera di Commercio Michele Lico – è una condizione essenziale per assicurare trasparenza e legalità sul mercato e coniuga l’interesse delle imprese alla libera concorrenza e quello dei consumatori alla sicurezza. La Camera di Commercio su questo fronte opera con rigore e responsabilità, collaborando con le Forze dell’ordine per verificare la conformità dei prodotti secondo procedure condivise, intervenire in caso di prodotti contraffatti, mettendo anche a disposizione delle autorità di controllo coinvolte la propria banca dati e i servizi di sistema».

«La Camera di Commercio, in questo delicato settore – sottolinea il Segretario generale dell’Ente Donatella Romeo – non si attiva solo con controlli e sanzioni, ma svolge un’importante azione preventiva di informazione e formazione, coinvolgendo Associazioni, imprese e consumatori in seminari e incontri finalizzati all’aggiornamento del quadro normativo, su innovazione, e creazione di una maggiore consapevolezza di compiti, diritti e responsabilità. Insomma, si punta su un sistema di fiducia e collaborazione reciproca tra le parti per una più diffusa cultura della sicurezza e della legalità».

top