Cinque parchi per bambini a Cessaniti e frazioni, ecco il progetto

Coinvolti anche i centri di Mantineo, Pannaconi, San Cono e San Marco. Interventi di riqualificazione a Piana Pugliese e a Favelloni
Coinvolti anche i centri di Mantineo, Pannaconi, San Cono e San Marco. Interventi di riqualificazione a Piana Pugliese e a Favelloni
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un parco giochi per ogni frazione. È la sintesi del progetto portato avanti dall’amministrazione comunale. Si tratta, nello specifico, della realizzazione di cinque aree ludiche a Cessaniti, Pannaconi, San Cono, San Marco e Mantineo da concretizzarsi grazie ad un finanziamento regionale di 100mila euro. Per le altre due frazioni, Piana Pugliese e Favelloni, invece, previste attività di riqualificazione. I parchi sorgeranno nei pressi delle piazze; a San Cono e Mantineo, nei cortili delle ex scuole. A Cessaniti è stata designata una porzione di villa comunale. Verranno predisposti giochi per bambini, tra cui altalene, palestrine, giochi a molla, tappeti antitrauma. Contestualmente sono previsti interventi sulla pubblica illuminazione, sul sistema di smaltimento delle acque meteoriche, aree verdi piantumate e la collocazione di panchine e cestini per la raccolta differenziata.

Informazione pubblicitaria
Parco da realizzare a Cessaniti

I parchi. Soprattutto nei piccoli centri, si tratta di proporre attività non invasive in grado di rivalutare i luoghi e renderli fruibili. Zone strappate al degrado da far rinascere per il bene della collettività. Nelle frazioni, infatti, si mira a riqualificare spazi perlopiù spogli, poco frequentati dato anche il poco interesse che possono scaturire. Alla concretizzazione dei cinque pachi, s’aggiungono interventi a Favelloni, lungo la scalinata che apre su piazza Giovanni Battista e a Piana Pugliese, nella piazza centrale. Qui è prevista l’installazione di una recinzione e di panchine. Non sono previsti interventi strutturali.

Parco a Pannaconi

L’iter. La volontà dell’amministrazione è quella di dare il via ai lavori già a partire dal gennaio 2020. Attualmente si sta espletando il bando di gara per individuare la ditta (scadrà il 27 novembre). Possono partecipare tutte le imprese operanti nella provincia di Vibo Valentia, inserite nella white list antimafia della Prefettura (non soggetti a tentativo di infiltrazioni da parte della criminalità organizzata). Una strategia, come confermato dal sindaco Francesco Mazzeo, per assicurare un tranquillo inizio delle attività che, in base al cronoprogramma stilato, dovrebbero concludersi in cinque mesi: «Ogni promessa è debito soprattutto se fatta ai bambini. Durante la campagna elettorale del 2015 – ha ricordato Mazzeo – mi ero impegnato, durante i comizi, davanti a tanti piccoli, che mi sarei attivato per dotare tutte le frazioni di un proprio parco giochi». Un piccolo ma fondamentale tassello nel percorso politico dell’amministrazione: «Quanto fatto chiude la mia prima esperienza da sindaco. Lascio il Comune migliore di come l’ho trovato, nella fattispecie con nuove attrezzature per bambini che prima di adesso non erano state mai pensate, figuriamoci realizzate», conclude il primo cittadino.