Gerocarne, Vazzano e Arena “fanno rete” per valorizzare le produzioni locali

I tre comuni aderiranno al progetto europeo Cesp (Centro espositivo di sviluppo e promozione) a sostegno di piccole e medie imprese attive nella produzione di terrecotte, fagioli e miele

I tre comuni aderiranno al progetto europeo Cesp (Centro espositivo di sviluppo e promozione) a sostegno di piccole e medie imprese attive nella produzione di terrecotte, fagioli e miele

Informazione pubblicitaria
Terrecotte prodotte a Gerocarne

Gerocarne, insieme ad Arena e Vazzano, aderirà al progetto “Cesp” (Centro espositivo di sviluppo e promozione), predisposto dall’Accademia europea delle imprese (Associazione apolitica e senza fini di lucro). 

Con questo progetto «si punta a perseguire la crescita e lo sviluppo del territorio attraverso azioni che mirano a valorizzarne le eccellenze, le professionalità, il patrimonio culturale, ambientale, agroalimentare ed artigianale, partendo dalla ferma convinzione che la crescita di una data realtà passi dallo sviluppo e dalla promozione di ciò che il territorio offre». 

Il progetto, che vede il Comune di Gerocarne come capofila, punta inoltre a «porre in rete enti locali, piccole e medie imprese ed attori del settore, come propulsori di una sorta di marketing territoriale per la valorizzazione delle risorse locali, mettendo in campo azioni di collaborazione e sinergia indirizzate allo scopo che ci si prefigge, anche mediante l’attivazione di determinati strumenti identificativi, quali possono essere la “Deco”, Denominazione Comunale, o il Marchio d’area, un vero e proprio marchio di qualità, garanzia, promozione e valorizzazione che darà una serie di occasioni ed opportunità ad un’intera area territorialmente omogenea, per lo sviluppo di ciò che di buono e produttivo vi è in essa. Più nel dettaglio Gerocarne punterà sulle terrecotte e sui percorsi naturalistici, Arena sui tipici fagioli detti “Zicca janca” e Vazzano sull’ampia produzione di miele».