giovedì,Maggio 6 2021

Comune Vibo, via libera a indennità e progressioni economiche ai dipendenti

La delegazione trattante firma il contratto decentrato che prevede una serie di benefici attesi da anni da parte dei lavoratori. Soddisfazione dalle entrambe le parti

Comune Vibo, via libera a indennità e progressioni economiche ai dipendenti

Buone notizie, attese da anni, per il personale del Comune di Vibo Valentia. L’amministrazione ha infatti definito il contratto decentrato aziendale 2018/2020 e quello economico 2018, l’accordo per le progressioni economiche orizzontali 2019 e l’accordo delle code contrattuali degli anni 2016/2017.

La delegazione trattante – composta dall’amministrazione (rappresentata dal segretario generale Domenico Scuglia), dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Cisal (Luciano Contartese, Antonino D’Aloi, Raffaele Gatto e Filippo Curtosi), e dalle Rsu Michela Zappone, Maurizio Bardari, Massimo Di Renzo, Fortunato La Bella, Angelo Mazza, Giovanni Mercuri, Antonello Nusdeo, Salvatore Schiavello – è giunta a sottoscrivere il contratto normativo 2018/2020 che prevede la liquidazione del salario accessorio del 2018; inoltre, con la sottoscrizione dell’accordo delle progressioni economiche, è stata data al dipendente comunale, che ha acquisito una migliore professionalità individuale e organizzativa, l’opportunità di concorrere alla fascia economica superiore a quella di appartenenza. È stato poi favorevolmente risolto il problema delle code contrattuali risalenti agli anni 2016 e 2017, che interessava circa 30 dipendenti a cui non era stata pagata la relativa indennità.

Per l’assessore Domenico Primerano «aver chiuso la contrattazione decentrata nell’anno in corso è un chiaro segnale da parte dell’amministrazione dell’attenzione che riserva ai propri dipendenti e alle risorse umane in genere». Il sindaco Maria Limardo, dal canto suo, plaude «all’ulteriore accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali ed Rsu in materia di politiche di personale. Il nuovo corso intrapreso – conclude il primo cittadino – mira a una diminuzione del contenzioso con il personale la cui mole in questi anni ha afflitto particolarmente l’ente, non soltanto dal punto di vista finanziario».

top