sabato,Luglio 24 2021

Consorzio di bonifica Tirreno-Vibonese, Piccione resta in sella

Respinto il ricorso della lista che aveva perso le elezioni dello scorso 24 novembre e che si era rivolta al Tar denunciando irregolarità nello svolgimento della competizione elettorale

Consorzio di bonifica Tirreno-Vibonese, Piccione resta in sella

Domenico Piccione resta saldamente alla guida del Consorzio di bonifica Tirreno-Vibonese. Il Tar della Calabria, con ordinanza del 26 febbraio, ha infatti respinto il ricorso dei candidati usciti sconfitti dalle elezioni del consiglio dei delegati, svoltesi lo scorso 24 novembre. L’obiettivo era di fare annullare le elezioni per asserite irregolarità del procedimento elettorale. I ricorrenti della lista “Agricoltura Ambiente Territorio”, espressione delle organizzazioni agricole Coldiretti e Cia e di alcuni sindacati, lamentavano l’esclusione della loro lista per la terza sezione e la scarsa pubblicità delle operazioni preliminari al voto; e segnalavano, inoltre, alcune presunte irregolarità durante le operazioni di voto e di scrutinio.[Continua dopo la pubblicità]

Domenico Piccione

Il Tar di Catanzaro si è pronunciato accogliendo le osservazioni dei legali del Consorzio, gli avvocati Domenico Sorace e Vincenzo Graziano e confermando sostanzialmente la correttezza dell’operato dell’ente. Nello specifico – come viene precisato in una nota stampa del Consorzio – «l’esclusione della lista dei ricorrenti è riconducibile all’illegittima sottoscrizione da parte di alcuni consorziati di più liste, il che ha ridotto il numero delle sottoscrizioni valide al di sotto del minimo previsto dalla normativa vigente»; inoltre, «non appaiono irragionevoli gli accorgimenti adoperati dal Consorzio a tutela della riservatezza dei consorziati»; infine, «non vi è evidenza che le irregolarità denunciate dai ricorrenti abbiano inciso sull’esito della consultazione elettorale, sicché esse non possono dar luogo all’annullamento della competizione elettorale».

Restano dunque confermati, allo stato, i risultati delle elezioni del 24 novembre 2019 che hanno visto prevalere con largo margine la lista “Libertà in agricoltura”, capeggiata dal presidente uscente Domenico Piccione, che ha conseguito ben 11 dei 15 seggi che compongono il consiglio dei delegati. Resta immutata anche la successiva nomina della deputazione amministrativa del Consorzio, che risulta attualmente composta da: Domenico Piccione (presidente), Marcello Carchedi (vicepresidente) e Pasquale Mercatante (componente elettivo).

top