domenica,Aprile 18 2021

Filadelfia incontra Philadelphia, al via scambi commerciali e culturali tra Vibonese e Usa

Firmato nella cittadina dell’Angitolano un protocollo d’intesa tra il Comune di Filadelfia, il Comitato Pro Filadelphia e l’Italy America Business Council & Network. Coinvolte diverse aziende dell’agroalimentare di qualità

Filadelfia incontra Philadelphia, al via scambi commerciali e culturali tra Vibonese e Usa

Nel solco degli stretti rapporti che intercorrono tra Italia e Stati Uniti, si aggiunge un nuovo tassello alla costruzione di legami intercontinentali sempre più stretti e forti. Lo spirito è quello di creare le condizioni affinché si possano sviluppare strategie progettuali con l’obiettivo di incrementare e rafforzare le opportunità di integrazione e scambio economico e commerciale tra gli Stati Uniti, in particolare Philadelphia e la Calabria, valorizzando la comunità americana di origine calabrese, con particolare attenzione alla sua componente giovanile.

È per perseguire questa finalità che giovedì, nella sede della Società operaia di Filadelfia, è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra il Comune di Filadelfia, il Comitato Pro Filadelphia e l’Italy America Business Council & Network (Iabcn), che dal 1991 sviluppa e facilita attività industriali e commerciali tra Stati Uniti e Italia con riferimento alla Greater Philadelphia Area.

«Siamo contenti di poter lavorare insieme a voi per creare nuovi scenari di sviluppo economico e commerciale – ha affermato il sindaco di Filadelfia, Maurizio De Nisi – ci auguriamo che questo sia il primo meeting di una lunga serie e che oggi si possa dare il via a un percorso di crescita comune». Il primo cittadino ha poi consegnato al presidente dell’Iabcn,Joseph A. Auteri, un omaggio raffigurante lo stemma del comune calabrese, realizzato dal gruppo telaio dell’Istituzione Castelmonardo e dall’artista messinese, Nik Spa.

«Noi non siamo solo una camera di commercio – ha dichiarato Auteri – ma un network internazionale di professionisti, imprenditori e leader nel mercato che vogliono collaborare insieme per costruire ponti, mantenere legami e promuovere la crescita. Facciamolo sapere che oggi è stato creato un nuovo partenariato tra le nostre cittadine, non solo per condividere in nome dell’amore fraterno, ma anche una storia di amicizia, accoramento e successo».

«Sono felice e sorpreso di questo “amore a prima vista” tra philadelphiani e filadelfiesi – ha aggiunto Marco Circelli, direttore esecutivo dell’Iabcn – abbiamo davvero tante cose in comune, soprattutto la passione per le nostre rispettive cittadine e la voglia di sentirci parte di una comunità di persone attive e volenterose che attraversa l’oceano Atlantico».

A margine dell’incontro si sono svolti colloqui bilaterali B2B tra l’Iabcn e alcune aziende calabresi, tra cui Pata (olio extravergine d’oliva biologico), Schiariti (cipolla rossa di Tropea), Delizie Vaticane (prodotti tipici), Mellisape (miele) e Masseria Caporelli (prodotti biologici). Colloqui particolarmente interessanti, come ha sottolineato l’export manager Marco Ciardullo: «Instaurare relazioni personali positive è lo strumento di marketing più efficace per aprire e mantenere rapporti commerciali con l’estero, che diano alle aziende non solo risultati economici importanti, ma soprattutto un arricchimento umano e professionale fondamentale per la loro crescita».

«Il Comitato è stato lieto di poter organizzare questo evento nella nostra cittadina – ha sottolineato il presidente, Marianna Barone – in nome di una cultura che ci accomuna da sempre. Ringrazio tutti i componenti, Giovanna Carchedi, Fulvia Molisani Anania, Francesco Carchedi e Vito Bartucca, senza i quali non sarebbe stato possibile lo svolgimento di questa missione culturale e commerciale».

All’incontro, organizzato dal Comitato Pro Filadelphia e patrocinato dal Comune di Filadelfia, hanno preso parte anche Martin G. Belisario, componente del Board of Directors (Consiglio Direttivo); David Hatooka, President & CEO Personal Support Medical Suppliers; Andrea Noris, consulente d’internazionalizzazione d’Impresa, e Chiara Gaido, esperta in Diritto commerciale internazionale, dello studio Marazzi & Associati. In apertura dei lavori, i saluti del vicesindaco, Antonio Carchedi, e del presidente della Società operaia, Anna Campisano.

top