Filadelfia: vietato l’ingresso agli ambulanti provenienti da altri paesi

Ordinanza del sindaco per limitare gli spostamenti ai fini di contrastare la diffusione del coronavirus
Ordinanza del sindaco per limitare gli spostamenti ai fini di contrastare la diffusione del coronavirus
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
La piazza principale di Filadelfia

Nuova ordinanza del sindaco di Filadelfia, Maurizio De Nisi, motivata con il contrasto alla diffusione del coronavirus. Dopo la sospensione da parte del primo cittadino, sino al 14 aprile prossimo, della vendita del pane prodotto e proveniente da panifici posti fuori dal territorio comunale, arriva ora il divieto di ingresso a Filadelfia per tutti i venditori ambulanti che provengono da altri comuni al fine di vendere al dettaglio e in maniera itinerante. L’ordinanza resterà in vigore sino al 30 aprile e prevede quindi il divieto di ingresso a tutti i venditori ambulanti che provengono da altri comuni, con particolare riguardo a quelli provenienti da paesi già interessati dalla presenza di soggetti positivi al coronavirus. “La vendita di prodotti di ogni genere effettuati in maniera itinerante può costituire potenzialmente – si legge nell’ordinanza – vettore e motivo di contagio da coronavirus”.

LEGGI ANCHE: Filadelfia: vietata la vendita del pane proveniente da altri paesi

Informazione pubblicitaria