Primo maggio, la Pro Loco di Vibo Marina accanto ai lavoratori

Grande solidarietà nella frazione del capoluogo di provincia alle prese con mille emergenze in tempo di Covid-19
Grande solidarietà nella frazione del capoluogo di provincia alle prese con mille emergenze in tempo di Covid-19
Informazione pubblicitaria
Un panorama di Vibo Marina

In tempo di Covid-19, nella giornata del primo maggio che ricorda l’impegno da molti speso per la dignità del lavoro, è doveroso sentirsi vicini e grati ai lavoratori della sanità ed ai medici ed infermieri che stanno combattendo in prima linea e con gravi perdite, ed a quanti a vario titolo lavorano nell’emergenza della pandemia in Calabria e nel mondo”. E’ quanto dichiara la Pro Loco di Vibo Marina. “Il pensiero va ancora a quanti, in questo periodo, sono in difficoltà per mancanza del lavoro, con la chiusura di attività e negozi che provocano tante sofferenze personali e familiari. Un ulteriore colpo all’economia ed all’occupazione di Vibo Marina – un tempo luogo di riferimento regionale per il lavoro – che si trovava già in situazione critica dopo la chiusura di alcune industrie, il ridotto traffico del porto, la diminuita attività della pesca e dei cantieri nautici, la mancata lungimiranza nella valorizzazione dei beni ambientali e culturali ed ancora la carenza di servizi indispensabili ai cittadini. Tutti ci auguriamo che, dopo questa emergenza, qualcosa cambi e le amministrazioni ricostruiscano la città con attenzione e competenza, valorizzando le risorse e contrastando ogni speculazione che non rispetti il luogo, con uno sviluppo sostenibile ed un’occupazione vera. Che ci sia una riflessione forte e seria, un impegno più incisivo da parte delle associazioni per una cittadinanza attiva. Che ognuno migliori il proprio stile di vita – magari più essenziale e salutare come nella tradizione del Sud più genuino – contribuendo a creare rapporti più forti nella comunità, tutelando la nostra identità, la nostra cultura, i prodotti del mercato locale. In tempo di difficoltà socio sanitarie da Covid-19 in cui poco lavoro e molta solidarietà devono coniugarsi, anche la Pro Loco ha voluto sollecitare i propri soci, i cittadini, gli artigiani e le imprese ad azioni di aiuto verso il territorio. A tutti va il riconoscimento ed il ringraziamento per quanto organizzato e svolto per il nostro paese, per l’attenzione verso la propria ruga.

A tal fine in questa significativa giornata del primo maggio, ci si consenta di rivolgere un ringraziamento particolare alla Società Baker Hughes, presente sul territorio con lo stabilimento Nuovo Pignone di Porto Salvo, che ha donato, accogliendo una nostra segnalazione, un ventilatore polmonare all’ospedale di Vibo Valentia. Altro ringraziamento particolare va all’azienda Sharon Cuscini di Mileto, oramai nota anche per aver convertito momentaneamente la sua produzione di cuscini comodi e di alta qualità in mascherine di Tmt che ha donato a molti Comuni ed Istituzioni. La Sharon Cuscini ha voluto essere vicina anche alla comunità di Vibo Marina donando gratuitamente delle mascherine di Tnt alla nostra Pro Loco che le ha distribuite tra le associazioni locali ed i cittadini.

Ancora si desidera ringraziare l’azienda Pagano di Arena, che nell’emergenza da Covid-19, con grande sensibilità e attenzione al prossimo, ha deciso di convertire la sua produzione di letti e sofà di alto pregio per produrre mascherine di Tnt. Anche quest’azienda ha fatto pervenire alla Pro loco di Vibo Marina alcune mascherine, molto utili, che sono state distribuite nella comunità. Un grazie va ancora alle sarte del territorio costiero che si sono prontamente messe all’opera per cucire mascherine di cotone donate a quanti ne avevano bisogno; alle associazioni del territorio, al gruppo “Un aiuto per le Marinate”, ai generosi esercenti, a quanti, insieme al Comune, Protezione Civile e parrocchie si sono attivati nella comunità in un lavoro impegnativo ed ammirevole, in un servizio verso gli altri coraggioso e – conclude la Pro Loco di Vibo Marina – spesso silenzioso”.