Suolo pubblico gratuito, a Vibo pervenute 48 domande

Evase positivamente finora 15 richieste di concessione. Prorogati all’8 giugno i termini per la presentazione delle istanze
Evase positivamente finora 15 richieste di concessione. Prorogati all’8 giugno i termini per la presentazione delle istanze
Informazione pubblicitaria
Le piante posizionate lungo corso Vittorio Emanuele III
Corso Vittorio Emanuele III

L’amministrazione comunale di Vibo Valentia, nell’ottica di favorire il riavvio delle attività produttive in condizioni di sicurezza aveva disposto, già prima che fosse emanato il Dl “rilancio”, di concedere agli esercenti di alimenti e bevande il suolo pubblico gratuito per lo svolgimento all’aperto delle proprie attività commerciali.

In virtù dell’avviso pubblicato dal Comune sono pervenute 48 domande. L’assessorato alle Attività produttive e l’Ufficio Suap, spiegano da Palazzo Luigi Razza, «pur nella grave carenza di organico, ha già evaso positivamente 15 domande; per altre 5 sono state chieste integrazioni documentali; per altre 10 è in corso il rilascio del parere necessario della Polizia Municipale che sarà comunicato entro oggi. Entro domani, compatibilmente con le integrazioni richieste, saranno esaminate e definite tutte le domande».

La Giunta Comunale ha deliberato inoltre di prorogare i termini per la presentazione di nuove domande fino al 8 giugno 2020. «La celerità nella risposta alle esigenze dei cittadini – aggiunge il sindaco Maria Limardo – è anche un modo di dimostrare un cambiamento ed un’attenzione verso il mondo delle attività produttive che soffre oggi degli eventi devastanti dell’emergenza sanitaria».