mercoledì,Settembre 22 2021

Alta velocità, tre nuove fermate in Campania: Vibo-Pizzo ancora fuori

Italo si fermerà, dopo Salerno, anche ad Agropoli, Vallo della Lucania e Sapri. Dello scalo vibonese non c’è traccia

Alta velocità, tre nuove fermate in Campania: Vibo-Pizzo ancora fuori

Dal 14 giugno, con l’entrata in vigore dell’orario estivo, i treni Italo, che fanno capo alla compagnia Ntv, partiranno da Milano e Torino con destinazione Reggio, effettuando in Calabria, prima di arrivare nella città dello Stretto, fermate a Paola, Lamezia Terme, Rosarno, Villa San Giovanni. Fin qui nulla di nuovo rispetto a quanto già si conosceva. C’è tuttavia da registrare una novità importante, rappresentata dall’aggiunta, prima delle soste in Calabria, di altre tre fermate a sud della stazione di Salerno e precisamente ad Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri.

Vibo Marina e Vibo Pizzo, stazioni (quasi) fantasma che sognano l’Alta velocità

La compagnia dei treni bordeaux aveva già da tempo annunciato l’avvio del servizio e i treni sono già prenotabili, mentre ancora nessuna indicazione ufficiale c’è per i Frecciarossa, ma è ormai quasi certo, secondo quanto riportato da InfoCilento, il nuovo itinerario che, dal 14 giugno, dovrebbe prevedere le tre nuove fermate dopo Salerno.

L’alta velocità e la politica che dorme mentre le occasioni sfuggono

E c’è chi, in queste decisioni, coglie aspetti di contraddittorietà da parte delle due compagnie del trasporto ferroviario. Se l’esclusione della fermata a Vibo-Pizzo, porta d’ingresso a una delle zone a maggiore vocazione turistica della regione, era sottesa dalla contiguità con la stazione di Lamezia Terme, lo stesso ragionamento dovrebbe essere valido anche per le tre stazione del Cilento, che distano fra loro  tempi che vanno dai tredici ai quaranta minuti.

Alta velocità, 50 tra enti e associazioni chiedono una fermata a Scalea

È incontrovertibile che l’investimento di marketing territoriale messo in atto dalla Regione Campania è stato oltremodo efficace. La stessa Regione, si legge in una nota, è pronta a richiedere che vengano effettuate fermate anche a Capaccio, Pisciotta e Palinuro/Camerota, almeno per il periodo estivo, nell’ottica di favorire i flussi turistici verso le località del Cilento. La pseudo-altà velocità al sud continua così a provocare malumori e divisioni, rischiando di innescare nuove polemiche.

LEGGI ANCHE: «Sbagliato escludere Vibo-Pizzo, ma non parlateci di Alta velocità»
Alta velocità, gaffe della Limardo: «Passi da Vibo Marina». Ma la rete non è adeguata
Vibo-Pizzo saltata da Frecce e Italo, Konsumer Italia: «Scelta assurda»
Alta velocità e polemiche, coro di “no” all’esclusione del Vibonese
Come Italo, anche il Frecciarossa salta Vibo-Pizzo: oltre al danno la beffa

top