Mercato coperto a Vibo, incontro «proficuo» tra Cisal e Comune

Il sindacato si è fatto portavoce delle rimostranze dei lavoratori, l’assessore Pacienza ha garantito «soluzioni tampone nell’immediato e una risoluzione definitiva a breve»
Il sindacato si è fatto portavoce delle rimostranze dei lavoratori, l’assessore Pacienza ha garantito «soluzioni tampone nell’immediato e una risoluzione definitiva a breve»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un incontro per risolvere le problematiche cui devono far fronte i venditori ambulanti del mercato coperto di via delle Clarisse a Vibo Valentia si è svolto nei giorni scorsi. A propiziarlo, una richiesta della Cisal all’assessore al Commercio Gaetano Pacienza. All’ordine del giorno una serie di difficoltà strutturali e organizzative che hanno ridimensionato di molto le vendite. Ma durante l’incontro sono state gettate le basi per risolvere i problemi e permettere gradualmente il ritorno alla normalità. A darne conto è una nota della stessa Cisal. Dal canto suo, Pacienza ha ringraziato il sindacato che «ha sollevato, costruttivamente, le esigenze dei lavoratori del mercato coperto di via delle Clarisse ai quali siamo riusciti a dare le prime risposte in tempi brevi, in attesa del bando pubblico per l’assegnazione dei banchi di vendita all’interno del mercato coperto, che andrà ad eliminare tutte le problematiche legate a questo importante e storico spazio del commercio vibonese».

Informazione pubblicitaria

Le problematiche riguardavano la sistemazione e la messa in sicurezza dei posti di lavoro, la chiusura ed apertura di alcuni cancelli, la pulizia. Raccolte le esigenze, è stato lo stesso assessore Pacienza a trovare soluzioni tampone per meglio traghettare i lavoratori verso una nuova fase che dovrebbe garantire servizi ed ordine nell’interesse di tutti. «Prendiamo atto degli impegni assunti dall’amministrazione comunale, attraverso l’assessore Pacienza – ha spiegato Filippo Curtosi, segretario provinciale Cisal – il cui intervento dimostra che, quando la problematica posta sul tavolo è supportata da un intelligente confronto tra le parti, ogni soluzione, sia pure transitoria, diventa possibile e concreta anche in tempi celeri».