mercoledì,Settembre 22 2021

Provincia di Vibo, i dipendenti tornano in stato di agitazione (VIDEO)

Dopo la proposta sul riparto dei fondi della Legge di bilancio, criticata da quattro presidenti calabresi, i lavoratori sono tornati nello sconforto più totale. Chiesto un incontro con il prefetto Guido Longo

Provincia di Vibo, i dipendenti tornano in stato di agitazione (VIDEO)

L’ultima puntata della telenovela legata alla Provincia di Vibo Valentia era finita tra la soddisfazione generalizzata per le buone notizie provenienti da Roma. A distanza di un mese, quelle facce soddisfatte sono solo un ricordo. 

Almeno tra i dipendenti di Palazzo “ex Enel”, tornati nello sconforto più totale, quarantotto ore dopo le perplessità espresse dal presidente Andrea Niglia, di concerto con i colleghi di altri tre Enti intermedi calabresi, sulla ripartizione del fondo di 317 milioni previsto dalla Legge di bilancio. 

Riunitisi in assemblea nella sala consiliare della Provincia, i dipendenti hanno proclamato lo stato di agitazione. Nelle prossime ore chiederanno un nuovo incontro al Prefetto, Guido Longo.    

I lavoratori parlano apertamente di “promesse mancate”. «Sembrava – spiegano – che la Provincia fosse stata salvata. Sembrava che i nostri problemi, quelli di tutti noi cittadini, fossero finalmente giunti a soluzione. Ma sono state promesse mancate. Niente stipendi, pochissimi soldi per strade e scuole e una classe politica che, nonostante sia in campagna elettorale, dimostra ancora una volta di non aver alcun credito politico a livello regionale e nazionale. La soluzione: stato di agitazione. Si chiede una vita lavorativa normale per i dipendenti e una vita normale per l’amministrazione provinciale e i cittadini».

LEGGI ANCHE:

Fondi alla Provincia, i lavoratori smorzano gli entusiasmi: «Aspettiamo l’accredito»

Fondi alla Provincia, Bevilacqua: «A Vibo arriveranno solo le briciole»

Fondi “salva Provincia” a Vibo, Ferro (FdI): «Smascherato il grande bluff»

top