Confindustria, Domenico Letizia nuovo presidente di Ance Vibo

Architetto, già presidente del Gruppo giovani edili e titolare di un’azienda con sede a San Nicola da Crissa: ecco chi è il nuovo responsabile dell’associazione dei costruttori vibonesi
Architetto, già presidente del Gruppo giovani edili e titolare di un’azienda con sede a San Nicola da Crissa: ecco chi è il nuovo responsabile dell’associazione dei costruttori vibonesi
Informazione pubblicitaria

L’architetto Domenico Letizia è il nuovo presidente di Ance Vibo Valentia per il prossimo quadriennio, eletto dall’assemblea generale dell’associazione, svoltasi nei giorni scorsi su piattaforma telematica. Letizia subentra a Gaetano Macrì che ha guidato la categoria dei costruttori vibonesi negli ultimi anni e che, nel corso della riunione ha avviato il passaggio delle consegne, augurando alla nuova squadra un proficuo lavoro e confermando il suo sostegno professionale ed associativo.

Domenico Letizia, nuovo presidente di Ance Vibo

Laureato in architettura gestisce insieme al fratello Giuseppe, l’azienda di famiglia Le.Co.Gen Srl con sede in San Nicola da Crissa, già presidente del Gruppo Giovani edili di Ance Vibo e componente dell’Ente edile formazione e sicurezza di Cz, Kr, Vv. Il neo eletto presidente, dopo aver salutato e ringraziato tutti i colleghi per la fiducia accordatagli, ha voluto tracciare brevemente alcune delle priorità strategiche della futura azione associativa, sottolineando come «la pesante crisi economica e finanziaria prima e la grave emergenza sanitaria oggi, abbiano cambiato in modo radicale la fisionomia del mercato e della struttura delle imprese. Purtroppo – ha aggiunto nel suo intervento – specie per il settore delle costruzioni, già gravemente colpito dalla terribile crisi che dal 2008 non era ancora pienamente assorbita, la pandemia ha bloccato tutti i timidi segnali di ripresa che si intravedevano al termine del 2019. Non possiamo ignorare come il fallimento di migliaia di piccole e medie imprese abbia sconvolto in modo profondo il tessuto imprenditoriale ed economico del settore edile e dell’indotto della filiera, con ripercussioni enormi sull’occupazione e sulla tenuta economica e sociale soprattutto al Sud» ha affermato ancora il neo presidente.

Quindi ha aggiunto: «ritengo però sia necessario un profondo cambio di passo che la categoria dei costruttori vibonesi e l’intero territorio oggi più che mai, meritano e che deve abbracciare un impegno forte e tempestivo, un’inversione di rotta per risalire la china che deve necessariamente partire da una classe politica coraggiosa e una classe dirigente responsabile a capo di una catena decisionale chiara. L’andamento futuro del comparto e dell’intero settore delle costruzioni dipenderà da molteplici fattori, primo tra tutti la capacità di spendere – efficacemente – le ingenti risorse europee da destinare agli investimenti e dalla messa in atto di riforme in grado di costruire una prospettiva futura, un’opportunità per questa e per le prossime generazioni. È il tempo delle scelte tempestive e coraggiose quindi, che come imprenditori di uno dei settori più colpiti dalla crisi – conclude il neo presidente Ance Vibo Valentia – siamo pronti a sostenere in un percorso di confronto e di condivisione, con le istituzioni, le forze sociali, gli operatori del settore e la società civile finalizzato a costruire un progetto di territorio e sistema economico sostenibile ed efficiente, poiché l’alternativa sarebbe solo il declino».

Nel corso dell’assemblea rinnovato anche il consiglio direttivo Ance Vibo, che risulta così composto: Giacinto Callipo (Callipo srl), Sergio Barbuto (F.lli Barbuto Snc), Daniele Bruni (Ceb Srl), Domenico Ceravolo (Recol Srl), Antonio Gentile (Ge.Co. Srl), Fausto Marino (Costruzioni M.G. Srls), Stefano Guastalegname (G.I.V. Srl).