L’allarme delle associazioni turistiche: «Tropea impreparata alla stagione estiva»

Asalt, Federalberghi e Confindustria turismo preoccupate per la mancata attuazione di interventi urgenti in materia di decoro urbano, ripristino del lungomare, depurazione e ordine pubblico. Nuovo appello alla terna commissariale

Asalt, Federalberghi e Confindustria turismo preoccupate per la mancata attuazione di interventi urgenti in materia di decoro urbano, ripristino del lungomare, depurazione e ordine pubblico. Nuovo appello alla terna commissariale

Informazione pubblicitaria
Una suggestiva veduta notturna di Tropea
Informazione pubblicitaria

«La stagione estiva incombe e, purtroppo, siamo costretti a rilevare come il nostro accorato e tempestivo appello sia rimasto lettera morta. Nessuna delle principali problematiche che abbiamo riproposto con la nota dello scorso ottobre, a parte un accenno di intervento sul fronte acqua (ci riferiamo alla realizzazione di una vasca di decantazione al sevizio del nuovo pozzo di località Argani), è stato approcciato in modo adeguato tanto che ci apprestiamo ad affrontare le festività pasquali – che rappresentano un’importante vetrina in vista dell’incipiente stagione estiva – nel modo peggiore possibile. La città è allo stremo ed è impreparata a accogliere in modo adeguato le centinaia di migliaia di turisti affascinati dalla nostra terra e pronti a lasciare sul territorio decine di milioni di euro».

Informazione pubblicitaria

A parlare in questi termini sono l’Associazione albergatori di Tropea (Asalt), la Federalberghi e Confindustria turismo di Vibo Valentia. L’amarezza delle parole dei tre enti è dettata soprattutto dal mancato accoglimento da parte delle istituzioni preposte, dell’accorato appello a far sì che la cittadina tirrenica, capitale del turismo in Calabria, possa presentarsi in maniera adeguata alle porte della prossima stagione turistica.

«Auspichiamo, dunque – scrivono le associazioni -, che la terna Commissariale, che non ha ritenuto di avvalersi della nostra collaborazione, voglia raccogliere il nostro appello e contributo fattivo e, oltre a garantire una maggiore presenza in senso sostanziale, provi ad affrontare e mitigare, se non risolvere, i principali ed arci noti problemi che, ancora una volta, elenchiamo: lungomare; qualità e quantità dell’acqua pubblica; depurazione; pulizia e decoro; strada del Carmine; ordine pubblico nel centro storico».

Quindi, sul piano delle proposte, Asalt, Federalberghi e Confindustria turismo assicurano che «per quanto ci riguarda, confidando di trovare la collaborazione della scuola e delle altre associazioni, daremo corso in questi giorni ad una serie di piccoli interventi mirati in modo da dare un parvenza di decoro alla nostra stupenda città che, ricordiamo, rappresenta uno dei più importanti ingranaggi del sistema economico calabrese. Una delle poche realtà economicamente sane nel panorama calabrese che dà tanto in termini di Pil e lavoro senza ricevere nulla».

LEGGI ANCHE:

La spiaggia di Tropea ancora nella top ten di Trip Advisor: è seconda tra le italiane (VIDEO)