lunedì,Agosto 15 2022

Lavoro e precariato, apre anche a Vibo lo sportello Slang dell’Usb

L’Unione sindacale di base offre supporto ai lavoratori di nuova generazione istituendo un nuovo punto di supporto e consulenza

Lavoro e precariato, apre anche a Vibo lo sportello Slang dell’Usb

Aperto anche a Vibo, oltre a Reggio e Villa, lo sportello Slang, Sindacato lavoratori di nuova generazione della Federazione del sociale Usb. Lo sportello è nella nuova sede a Vibo Valentia in via San Giovanni Bosco n°13 – Palazzo forum al 3° piano. Lo sportello è aperto il martedì e il giovedì (9-13/ 14:30-17:30). In questa fase di restrizione per la  pandemia si riceve per appuntamento.

«È un punto di supporto e consulenza sindacale e legale per tutte le lavoratrici e i lavoratori che il sistema del profitto trascina in un vortice di assenza di diritti cerca di prevenire ogni abuso lavorativo e sociale. Sono precari, interinali, Partite Iva, disoccupati; braccianti, stagionali del turismo o ristorazione, lavoratori in nero o grigio, precari della cultura, dello spettacolo e dello sport; badanti e domestici; tassisti, Lsu-Lpu e tirocinanti. È il giusto merito va proprio a quei tirocinanti vibonesi che nella scorsa estate non sentendosi più tutelati considerati praticamente dimenticati, dai firmatari dell’accordo quadro del 7 dicembre 2016, decisero di dare una svolta alla loro drammatica situazione chiedendo aiuto all’Unione sindacale di base che si rifà alla vera lotta per i diritti e la dignità dei lavoratori».

Slang «si rivolge a tutte quelle categorie che oggi vivono in condizioni di sfruttamento e di precarietà costante, senza alcun tipo di tutele e poco considerate dal sindacalismo storico. Per Usb la migliore difesa è l’organizzazione collettiva, diventata oggi molto più difficile di ieri, perché i rapporti di lavoro sono spesso individuali e molte volte sono privi finanche della copertura di un contratto. È giunto il momento di alzare la testa».

Articoli correlati

top