giovedì,Luglio 29 2021

Monterosso, attesa per la V edizione del Festival “L’arte del corto”

La kermesse cinematografica è stata ideata e voluta dall’amministrazione comunale ed è finanziata dalla Regione Calabria

Monterosso, attesa per la V edizione del Festival “L’arte del corto”

Attesa per la finale della V edizione del Festival “L’arte del corto” di Monterosso Calabro, che si svolgerà il prossimo 29 luglio.  La kermesse cinematografica è stata ideata e voluta dall’amministrazione comunale ed è finanziata dalla Regione Calabria. «In pochissimi anni – dichiara il sindaco Antonio Lampasi –  il Festival ha assunto un’ampia portata, spiccando come manifestazione di conferma per i maggiori artisti del panorama della settima arte calabrese (e meridionale in generale), ma anche come trampolino di lancio per giovani talenti del settore. Obiettivo del Festival è quello di promuovere il territorio calabrese attraverso la realizzazione di cortometraggi in giro per i borghi». [Continua in basso]

Quest’anno i film in gara al Festival-presentato da Maria Teresa Santaguida saranno: “L’Ala destra di Dio”, diretto dal giovane Bruno De Masi e ambientato a Soriano Calabro; “Il seme della speranza” di Nando Morra, girato a San Nicola da Crissa; “Il Sentiero”, di Gianfranco Confessore, realizzato a Monterosso Calabro. A decretare il vincitore sarà una giuria di qualità, formata da esperti del mondo del cinema e da giornalisti. Il regista vincitore sarà premiato con la pepita di grafite, simbolo di Monterosso: l’originale premio vuole suggellare il legame inscindibile tra l’idea innovativa del festival con le millenarie radici monterossine, rappresentate appunto dal prezioso minerale. La grafite, infatti, compare anche nel logo del Festival.

top