mercoledì,Novembre 30 2022

Tropea liberata: la cittadina si prepara alla VII edizione della Parata Storica

Come ogni anno, la rievocazione dell’evento del 1615 si terrà nel pomeriggio del prossimo 23 agosto

Tropea liberata: la cittadina si prepara alla VII edizione della Parata Storica
Un momento di una precedente edizione della Parata Storica che si tiene a Tropea
La locandina dell’evento

La città di Tropea si appresta a rivivere l’epopea della sua liberazione avvenuta quel fatidico 23 agosto 1615, quando la sua secolare autonomia di città regia e demaniale fu ripristinata dal re Filippo III. I valori emblematici di antichità, bellezza e nobiltà, stando alle cronache del tempo, funsero da elemento imprescindibile per mantenere la libertà dal giogo feudale del principe Ruffo. La coesione fra le diverse classi dell’epoca fu un altro punto di forza che favorì l’ottenimento della vittoria legale, la partecipazione delle donne di ogni rango sociale per la lotta e per i festeggiamenti successivi alla liberazione distinse ancora di più l’aspetto identitario, precursore di una città emancipata. La Parata Storica, organizzata dall’associazione storico culturale Libertas e dal Comune di Tropea, è giunta alla VII edizione nell’anno in cui la città tirrenica si giova del titolo di Borgo dei Borghi e della Bandiera Blu. [Continua in basso]

Il programma

Nel pomeriggio di lunedì 23 agosto, a partire dalle ore 17, il gruppo degli Archibugieri del Santissimo Sacramento di Cava dei Tirreni sfilerà per le vie del centro storico, nel contempo dai balconi dei palazzi patrizi di Piazza Ercole i figuranti in costume d’epoca del ‘600 rievocheranno come in un quadro barocco la Tropea dell’epoca.  Alle ore 18 inizierà la grande celebrazione con l’arrivo del corteo dei giuristi Lauro, d’Aquino e Pelliccia e la proclamazione dell’annullamento della vendita della città. Il soprano Gemma Fazzari intonerà arie liriche trionfali dell’epoca e il gruppo folk Città di Tropea dopo l’esecuzione di canti popolari diletterà il pubblico in danze coreografiche insieme alla scuola di danza folkloristica di Silvano Monteleone. Alle 19, invece, il grande corteo storico risalirà corso Vittorio Emanuele III per poi giungere in Piazza Cannone dove gli Archibugieri daranno vita allo spettacolo magistrale che chiuderà i festeggiamenti. L’evento sarà patrocinato dalla Regione Calabria e dai comuni dove un tempo ricadevano i casali di Tropea (Parghelia, Zambrone, Zaccanopoli, Drapia, Spilinga e Ricadi).

Articoli correlati

top