venerdì,Settembre 17 2021

Il tartufo incontra i sapori calabresi: a Tropea un evento dedicato alla gastronomia

L’appuntamento in programma il 18 settembre nel ristorante di Villa Paola De’ Minimi. Partner d’accezione Savini Tartufi, nota famiglia toscana di tartufai da 4 generazioni

Il tartufo incontra i sapori calabresi: a Tropea un evento dedicato alla gastronomia

Un evento gastronomico dedicato al principe delle tavole d’autunno: il tartufo. È quello previsto sabato 18 settembre al ristorante De’ Minimi di Tropea, nella splendida cornice della villa storica, un tempo convento dell’ordine dei frati minimi di San Francesco di Paola che oggi ospita il ristorante.

Con l’arrivo delle prime piogge e l’autunno alle porte, ricomincia la stagione dei tartufi, quelli neri, come lo scorzone o l’uncinato e quelli bianchi pregiati e più rari. Dalla cucina De’ Minimi nasce una cena a tema per armonizzare il sapore unico e inconfondibile del tartufo con i prodotti più genuini del territorio calabrese. E lo fa con un partner d’eccezione: Savini Tartufi, nota famiglia toscana di tartufai da 4 generazioni, dal 1920 impegnata nella ricerca del tartufo e nella scelta dei migliori frutti del bosco da destinare a chef importanti.

Il menù ideato dallo chef del De’ Minimi, Dario Marco Bettoni, propone connubi inediti come quello tra il tartufo bianco pregiato, il pecorino del Monte Poro presidio slow food e il fico Russello tardivo raccolto nell’orto di Villa Paola, sempre nel rispetto delle biodiversità e in armonia con l’avvicendarsi delle stagioni.

Dalla sua apertura, lo scorso giugno, il ristorante De’ Minimi si propone come un nuovo interlocutore di riferimento per la cucina calabrese con particolare attenzione alle stagionalità, ai valori del territorio e rispetto per la materia in una ricchezza di paesaggi e sfumature che solo una terra come la Calabria può offrire. Dalla suggestiva Villa Paola, l’antica dimora a picco sulla marina di Tropea, dalle cui magiche terrazze è possibile ammirare inoltre sia il mare della Costa degli Dei sia Tropea vecchia, già insignita del riconoscimento di borgo più bello d’Italia.

top