martedì,Novembre 30 2021

Vibo, nel Duomo di San Leoluca il concerto del “Coro Giovanile Calabrese”

Il programma di questa sera è stato pensato per celebrare il 25esimo anniversario di ordinazione presbiterale di cinque sacerdoti della diocesi di Mileto

Vibo, nel Duomo di San Leoluca il concerto del “Coro Giovanile Calabrese”
Il "Coro Giovanile Calabrese” durante una esibizione

Si terrà questa sera, alle ore 19.30, nel Duomo di San Leoluca, il concerto del “Coro Giovanile Calabrese” diretto dal Maestro Gianfranco Cambareri. Dopo la partecipazione ad eventi culturali a Reggio Calabria, Cosenza e Catanzaro, l’iniziativa rappresenta il primo di una serie di concerti che vedranno la compagine calabrese esibirsi a Vibo Valentia, sede dell’organizzazione Cori Calabria, a seguito dello stop imposto dalle restrizioni Covid. Nel mese di dicembre, inoltre, il prestigioso coro calabrese, formato da giovani coristi provenienti da tutte le province calabresi, si esibirà anche a Lucca, Firenze e Roma nei giorni 10, 11 e 12 dicembre in occasione delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. [Continua in basso]

Il programma di questa sera, pensato per celebrare il 25º anniversario di ordinazione presbiterale di cinque sacerdoti della diocesi di Mileto, prevederà, tra gli altri brani, l’esecuzione di due prime assolute composte dai Maestri Ferruccio Messinese e Giulio De Carlo, entrambi calabresi, su testi di Dante Alighieri tratti dalla Divina commedia. Il Maestro Gianfranco Cambareri, presidente dell’organizzazione Cori Calabria mette in evidenza come «questo coro sia diventato, pur nel continuo rinnovarsi dei suoi componenti a causa dell’emigrazione per motivi di lavoro o di studio, l’emblema rappresentativo più bello della coralità calabrese. Una coralità giovane e fresca che, oltre a puntare alla qualità e alla formazione dei suoi componenti, ha come obiettivo la valorizzazione dei giovani talenti calabresi coristi, direttori e compositori che fanno fatica, spesso, a poter esprimere le proprie potenzialità a causa di un territorio in cui anche la bellezza dell’arte autentica viene offuscata da sistemi di potere o voglie di protagonismi alla base dei quali spesso vi è il nulla per gli altri e il tanto solo per se stessi». L’organizzazione Cori Calabria da ventotto anni divulga nel territorio calabrese il canto corale attraverso iniziative che favoriscono la crescita musicale dei suoi membri, indispensabile garanzia per un’autentica espressione artistica.

top