mercoledì,Agosto 10 2022

Caria di Drapia, tutto pronto per la celebre Sagra da Sujaca

Dopo due anni di stop a causa della pandemia ritorna un appuntamento storico del vibonese e della tradizione calabrese organizzato dall’associazione culturale Chèria

Caria di Drapia, tutto pronto per la celebre Sagra da Sujaca
I ragazzi dell’associazione Chèria

Tutto pronto a Carìa, frazione del comune di Drapia, per la 42° edizione della sagra da sujaca (sagra dei fagioli) che ritorna dopo due anni di stop a causa della pandemia. L’evento è previsto sabato 6 agosto, alle ore 20:00, nella piazza del paese. Nata all’ombra del Castello Galluppi nell’estate del 1978,da un’idea di un gruppo di giovani di Carìa, con il passare del tempo si è trasformata in un vero e proprio evento, oggi organizzato, gestito e curato in ogni suo aspetto da tanti giovani e adulti (più di 80 e tutti di Caria) dell’associazione culturale Chèria. [Continua in basso]

Una delle scorse edizioni della Sagra da Sujaca

Dedicata al prodotto tipico cariese “a sujaca” (si tratta di fagioli che vengono coltivati sull’altopiano del Poro), cucinati secondo una tradizionale e antica ricetta cariese che rende il prodotto unico, è una delle sagre più longeve, frequentate, apprezzate e conosciute dell’intera provincia vibonese e della regione. La sujaca, preparata in diverse salse, sarà cucinata per tutto il pomeriggio del 6 agosto dalle famiglie di Carìa in recipienti di terracotta (la cosiddetta “pignata”) per poi essere offerta all’organizzazione e servita nella serata, accompagnata da altri prodotti tipici della gastronomia locale, in modo particolare dell’area del Poro. Un appuntamento imperdibile per chi ama la gastronomia ed il folklore calabrese.

E’ prevista anche l’apertura dei numerosi stand gastronomici, allestisti in piazza Mazzitelli. Ad allietare fino a notte fonda la festosa piazza saranno gli “Amakorà”, gruppo etnico/popolare calabrese.  Il Ballo dei giganti, l’eterna danza di corteggiamento a suon di tamburi di “Mata e Grifone”, allieteranno le vie del borgo, mentre il tradizionale ballo del “Camejuzzu i focu”, tra un tripudio di scintille e fiamme colorate a suon di tarantella, chiuderà la prima parte della serata di festa.  Il “dopo sagra”, sempre in piazza Mazzitelli, sarà affidato al dj set con Alex dj per la gioia dei più giovani. Ancora una volta gastronomia, tradizione e folklore si fonderanno per dar vita ad una grande manifestazione popolare. Appuntamento, dunque, a Carìa, sabato 6 agosto, per la 42° edizione della Sagra da Sujaca.

top