giovedì,Ottobre 6 2022

Vibo Marina si prepara alla nona edizione del “Premio Porto Santa Venere”

L'appuntamento con la manifestazione organizzata dalla Pro loco è per sabato 3 settembre. Il riconoscimento sarà consegnato a tre giovani del luogo

Vibo Marina si prepara alla nona edizione del “Premio Porto Santa Venere”
Panorama su Vibo Marina

Si terrà sabato 3 settembre la IX edizione del “Premio Porto Santa Venere” a Vibo Marina. L’appuntamento sarà al retro-banchina Fiume, lo stesso luogo che ha visto in luglio e agosto gli incontri di “Ti porto un libro”.
Per come avvenuto nelle precedenti edizioni – spiega la Pro loco che ne cura l’organizzazione -, si tratta di una semplice e significativa iniziativa della comunità di Vibo Marina, una cittadina ricca di storia e accoglienza, aperta al Mediterraneo e all’integrazione, che guarda anche a un futuro migliore ove vi sia cura della bellezza e dei beni comuni, attenzione ai bisogni e ai servizi mancanti, crescita economica e occupazionale. [Continua in basso]

L’intento del Premio è quello di contribuire a:

  • riaffermare la singolare identità di una località marittimo-portuale-industriale-turistica tra le più importanti in Calabria, quanto di bello e positivo vi sia nel nostro territorio e tra la nostra gente, il forte legame con quanti hanno conosciuto e voluto bene a Vibo Marina;
  • essere riconoscenti verso chi ha contribuito allo sviluppo culturale e sociale, all’educazione e formazione, solidarietà ed amicizia, arte e sport, lavoro e legalità;
  • mantenere un legame con i giovani del posto sparsi in tutto il mondo che si son fatti strada, nello studio e nel lavoro, facendo onore alla propria famiglia ed al nostro paese, promuovendo ovunque Vibo Marina.

Anche il “Premio Porto Santa Venere” di quest’anno sarà ripresentato nella collaudata formula del talk show, con tanta buona musica dal vivo nella splendida baia del porto e tre belle storie del territorio. La Pro loco anticipa che il riconoscimento sarà consegnato a tre personalità:

  • un giovane comandante del brigantino in legno più antico d’Italia – in occasione dei suoi 100 anni – che ha base nel porto di Vibo Marina, che promuove un turismo ecologico e le tradizioni marittime;
  • una giovane imprenditrice del luogo che ha voluto rimanere in Calabria continuando la tradizione della viticoltura, creando una straordinaria cantina dai vini pregiati;
  • un giovane biologo marino con una singolare storia familiare legata alla pesca, che ha partecipato a studi negli oceani acquisendo particolare competenza nell’innovativa tecnica dell’acustica marina.

Tre testimonianze significative, educative e formative, di donne e uomini del nostro tempo, da ascoltare, comprendere nel vissuto e nei valori trasmessi, nelle proposte per le nuove generazioni. L’evento è organizzato come ogni anno dalla Pro Loco APS di Vibo Marina che si avvale anche dell’importante aiuto dei soci giovani e dei ragazzi del Servizio civile, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo statale “A. Vespucci” di Vibo Marina, la Parrocchia Maria SS. del Rosario di Vibo Marina, l’amministrazione comunale.

Articoli correlati

top