giovedì,Febbraio 29 2024

San Costantino Calabro, domani il convegno “Ecomafie e bene comune”

L’incontro si svolgerà nell’aula magna dell’Istituto comprensivo, alla presenza del sostituto procuratore di Catanzaro Marisa Manzini e del vescovo Nostro

San Costantino Calabro, domani il convegno “Ecomafie e bene comune”

Ecomafie e bene comune. No ecomafia”. Questo il titolo del convegno in programma domani 26 aprile, alle ore 10, presso l’Aula Magna dell’Istituto comprensivo “Pugliese” di San Costantino Calabro. A relazionare e a discutere e colloquiare sul tema con gli studenti saranno il Sostituto procuratore presso la Procura generale di Catanzaro, Marisa Manzini, l’avvocato Giovanna Fronte e il vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Attilio Nostro. L’incontro viene proposto dagli Stewards of the Earth della Scuola secondaria di primo grado di Ionadi e dal direttore dell’istituto comprensivo Luisa Vitale, con il patrocinio della diocesi e dello stesso Comune di Ionadi. [Continua in basso]

Una problematica di grande attualità, quella della criminalità legata all’ambiente, estesa in modo uniforme su tutto il territorio nazionale e che permette ai malavitosi di ottenere un ricavo economico che annualmente supera i 3 miliardi di euro. Quando si parla di ecomafia, del resto, si fa riferimento a una vera e propria associazione a delinquere che opera in questo settore. Al riguardo, anni fa è stata istituita anche una Commissione Parlamentare d’inchiesta che si occupa specificatamente di questi reati e che annualmente pubblica i disastrosi risultati ai danni della natura che ci circonda e della stessa salute dell’uomo, frutto delle azioni delittuose perpetrate giornalmente dai quasi 400 clan e cosche che gestiscono gli affari illegali legati all’ambiente.

LEGGI ANCHE: Vibo Valentia, la frazione Marina tra fiori e… sterpaglie – Video

Articoli correlati

top