Polizia e Caritas aiutano a Vibo fratelli bisognosi che ricambiano donando arance

I tre braccianti agricoli non riuscendo più a far fronte ai bisogni alimentari hanno chiamato la Questura
I tre braccianti agricoli non riuscendo più a far fronte ai bisogni alimentari hanno chiamato la Questura
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ giunta stamattina alla sala operativa della Questura di Vibo Valentia la telefonata da parte di un bracciante agricolo che ha raccontato di trovarsi, con i suoi fratelli, in forte difficoltà poiché, non lavorando, non riescono più a far fronte ai bisogni alimentari. Il personale della Questura, che già da qualche giorno sta coadiuvando l’attività della Caritas della parrocchia “Santa Maria La Nova- Spirito Santo” – di cui è parroco don Vincenzo Varone, assistente spirituale della Polizia di Stato – nella consegna di derrate alle famiglie bisognose della città, si è immediatamente attivato affinché anche a tale nucleo familiare potessero essere consegnati generi di prima necessità. Il concittadino, visibilmente emozionato e mostrando gratitudine per l’operato degli agenti, ha voluto esprimere la sua riconoscenza portando alla Caritas una cassetta di agrumi raccolti nella propria campagna, unico alimento attualmente nella sua disponibilità.

Informazione pubblicitaria