Coronavirus: aumentano i contagi a Mileto e Rombiolo

Diversi i casi anche a San Costantino Calabro, San Gregorio d’Ippona, Ionadi, San Calogero e Filandari
Diversi i casi anche a San Costantino Calabro, San Gregorio d’Ippona, Ionadi, San Calogero e Filandari
Informazione pubblicitaria

Cresce la tensione e la preoccupazione sul territorio comunale di Mileto. Anche ieri si sono registrati casi di positività al Covid-19. Due per la precisione, tutti a Mileto centro, che fanno salire i casi acclarati in tutto il comune a 37. Al di là dei numeri ufficiali, quel che preoccupa è il “non detto” o detto sottovoce, l’impossibilità di stilare una mappatura affidabile dei contagi in tempi accettabili e la sensazione che, ormai, la situazione sta divenendo fuori controllo. Tant’è che in questi momenti convulsi il Comune sta cercando di correre ai ripari. Nelle scorse ore, infatti, il sindaco Salvatore Fortunato Giordano ha inoltrato la richiesta di screening al responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Vibo Valentia, tesa a “sottoporre  il maggior numero di abitanti del comune a tampone”. Inoltre, su iniziativa del consigliere di maggioranza Francesco Ciccone, sono stati chiesti “i dati aggiornati della situazione dei tamponi eseguiti” a partire dal 27 ottobre ad oggi e “dei risultati totali su Mileto in possesso dello stessa Azienda sanitaria”. Iniziative che – visti anche i numerosi focolai presenti – servono “per tracciare il virus e circoscriverlo al massimo”. Per quanto riguarda i due casi delle ultime ore, entrambi sono “collegati a precedenti contagi” da ricercare, a quanto sembra, “alla partecipazione ad un funerale svoltosi nei giorni scorsi”. Il dato crea allarme e, in considerazione di ciò, il sindaco, dopo aver interloquito con il vescovo e con i parroci, ha emesso un’ordinanza che limita “la partecipazione alle esequie funebri ad un massimo di 15 persone appartenenti ai parenti del defunto” e che vieta “le visite di condoglianze a casa”.

Per quanto attiene i contagi da coronavirus, le cose sembrano andare in po’ meglio nei comuni vicini, almeno tenendo conto dei dati ufficiali. Sul territorio di Ionadi guidato dal sindaco Antonio Arena, ad esempio, i positivi al Covid-19 risultano 12. Stesso numero nel comune di San Calogero. Undici, invece, sono i contagiati a San Costantino Calabro, sette a San Gregorio d’Ippona, quattro a Filandari e quindici a Rombiolo dove però si registra un decesso avvenuto nell’ospedale di Catanzaro ed un altro a Cosenza per un cantastorie originario di Rombiolo ma residente da anni a San Giovanni in Fiore.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: due persone di Rombiolo fra le vittime