venerdì,Aprile 16 2021

Nuovi focolai nel Vibonese: paesi blindati e cittadini esasperati -Video

Dal focolaio nella Rsa di Monterosso ai nuovi casi registrati a Ionadi, passando per Fabrizia e Piscopio. Città blindate e cittadini esasperati. «L’Asp di Vibo ci ha abbandonato» denunciano. E intanto l'ospedale di Vibo esaurisce i posti letto e dirotta i suoi pazienti a Catanzaro.

Nuovi focolai nel Vibonese: paesi blindati e cittadini esasperati -Video

Sono esasperati i cittadini di Piscopio, la popolosa frazione di Vibo Valentia è in zona rossa dopo un focolaio di Covid che ad oggi conta quasi 350 positivi. Ieri mattina il primo decesso: un’anziana di 85 anni ricoverata da alcuni giorni a Catanzaro. Attiva da giorni la postazione della Protezione Civile allestita al centro anziani di Piscopio. Si fa quel che si può «ma è impossibile raggiungere tutta la popolazione», ammette una volontaria.  Molte persone chiamano per farsi portare la spesa o i medicinali. Altri si recano allo sportello per avere i risultati dei tamponi.

«L’Asp ci ha abbandonati»

«Ai numeri dell’Asp non risponde nessuno», denunciano i cittadini. E se la maggior parte protesta per i ritardi nel processare e comunicare l’esito dei tamponi, c’è pure chi è risultato positivo e attende di essere ricontattato per il secondo tampone. Un’assenza di comunicazione da parte dell’Azienda sanitaria provinciale che accresce la sfiducia e il senso di smarrimento della popolazione.

Il focolaio nella Rsa di Monterosso

Grave ma comunque sotto controllo anche la situazione nella Rsa di Monterosso, dove, sono stati accertati 38 positivi al Covid tra anziani e operatori sanitari. Solo per un ospite si è reso necessario il ricovero in ospedale, «tutti gli altri – ha rassicurato il direttore sanitario  della struttura, Soccorso Capomolla –  sono asintomatici». E mentre a Fabrizia è fermo a 55 il numero dei positivi al Covid, c’è un altro paese del vibonese sorvegliato speciale: Ionadi. Sono 17 i positivi e il sindaco Antonio Arena si dice pronto a blindare il paese. Ciò mentre l’ospedale di Vibo Valentia esaurisce i posti letto e dirotta i suoi pazienti al Pugliese di Catanzaro.  Il centro Covid dello  Jazzolino ha subito negli ultimi giorni una riduzione dei posti letto disponibili, passati da 26 a 16 per effetto di un contagio registrato sul personale medico e infermieristico che ha costretto a ridurre assistenza e posti letto.

Articoli correlati

top