A Cessaniti nuovo positivo, il sindaco ai giovani: «Se violate le regole chiamo l’esercito»

Il contagio registrato ancora nella frazione di Pannaconi. Il primo cittadino Francesco Mazzeo punta il dito contro gli assembramenti dei ragazzi
Il contagio registrato ancora nella frazione di Pannaconi. Il primo cittadino Francesco Mazzeo punta il dito contro gli assembramenti dei ragazzi
Informazione pubblicitaria
Francesco Mazzeo, sindaco di Cessaniti (VV)

Un nuovo caso di contagio da Covid-19 si registra nella piccola comunità di Pannaconi, frazione di Cessaniti, nel vibonese. Ad annunciarlo sui social è lo stesso sindaco Francesco Mazzeo che sottolinea come la persona affetta da virus sia «ancora una volta un giovane». Salgono così a 11 i postivi al Sars-Cov2.

Una situazione di estrema preoccupazione per fronteggiare la quale il sindaco si dice pronto ad intervenire in maniera decisa: «Se il contagio non si dovesse arrestare e soprattutto se i giovani dovessero continuare a non osservare le precauzioni più basilari – chiosa il primo cittadino –  non escludo l’adozione di provvedimenti fortemente restrittivi della libertà personale e soprattutto il ricorso all’esercito per presidiare il territorio».

Un richiamo forte e chiaro alla sua comunità: «I sacrifici di tanti – afferma Francesco Mazzeo – non possono essere vanificati dalle disattenzioni di pochi». Da qui l’invito a «indossare sempre la mascherina, ad attuare il distanziamento e soprattutto, ad evitare assembramenti». Ad oggi, a Cessaniti sono 11 i positivi, 25 i soggetti guariti e 2 le persone decedute a causa delle complicanze da Covid-19