domenica,Settembre 26 2021

Petrol mafie, l’opposizione incalza il sindaco di Stefanaconi: «Spieghi i suoi comportamenti»

La minoranza chiede la convocazione di un Consiglio comunale urgente dopo che dalle carte dell'inchiesta della Dda di Catanzaro è emerso il nome del primo cittadino Salvatore Solano, non indagato

Petrol mafie, l’opposizione incalza il sindaco di Stefanaconi: «Spieghi i suoi comportamenti»

Quattro consiglieri di minoranza di Stefanaconi – Carullo Nicola, Di Si Carmelo, Fortuna Antonio e Maluccio Salvatore – chiedono la convocazione di un Consiglio comunale urgente dopo che dalle carte dell’inchiesta Petrol Mafie è emerso il nome del sindaco, Salvatore Solano, che comunque non risulta indagato.

«Premesso che un ente deve agire per l’interesse pubblico in piena autonomia e gli amministratori devono possedere i requisiti di onorabilità necessari per governare – scrivono nella richiesta -, i sottoscritti vogliono un’amministrazione pubblica che adempi al compito costituzionale di governare per il bene pubblico e l’interesse collettivo, ponendo in essere azioni politiche improntate alla trasparenza nelle azioni intraprese e negli obiettivi, senza alcun condizionamento da parte di soggetti esterni».

Quindi il riferimento all’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro. A Solano – spiegano i consiglieri – «seppur non sia indagato, vengono attribuiti, così come ampiamente riportato dagli organi di stampa locali e nazionali, atteggiamenti disdicevoli, che certamente non si addicono ad un rappresentante delle Istituzioni, il cui ruolo non può assolutamente prescindere dall’osservanza di costanti principi etici e morali.  Alla luce di quanto esposto appare opportuno, oltre che essere un atto quanto mai dovuto verso la comunità che lo ha eletto, che il sindaco chiarisca gli aspetti a lui addebitati nel corso di un Consiglio Comunale urgente».

Articoli correlati

top