sabato,Maggio 8 2021

Assembramenti e locali pieni a Pizzo, il M5S: «Rafforzare i controlli»

Centinaia di persone si sono riversate nei luoghi di maggior attrattiva della cittadina costiera. Il movimento: «Il commissario prenda provvedimenti»

Assembramenti e locali pieni a Pizzo, il M5S: «Rafforzare i controlli»

«Ormai da qualche settimana la nostra Regione, fortunatamente, visto l’ indice Rt tra i più bassi d’Italia è in zona gialla. Tuttavia però, nonostante siamo ancora in piena pandemia e probabile terza ondata, gli assembramenti che si sono verificati in diverse città italiane preoccupano e non poco. Vero è che il Dpcm, vista la zona gialla, consente misure meno restrittive per i cittadini, ma suggerisce anche di evitare assembramenti di persone per evitare la diffusione ed il contagio del Coronavirus e quando si verificano situazioni di assembramenti, che possano compromettere la salute pubblica, le Forze di Polizia devono intervenire con le dovute misure loro consentite».

È quanto dichiara il Movimento 5 stelle di Pizzo, informando che, «da circa una settimana ci sono arrivate segnalazioni da cittadini lamentandosi di molti assembramenti e mancanza di controlli da parte delle istituzioni locali, soprattutto nelle zone di piazza della Repubblica e lungomare Cristoforo Colombo. Conosciamo molto bene la situazione del Comando della Polizia municipale di Pizzo e comprendiamo le difficoltà a svolgere un servizio così importante con sole due unità. A tal proposito – prosegue la nota – auspichiamo l’aiuto del prefetto di Vibo Valentia Francesco Zito, oltre che alla locale Stazione dei carabinieri. Non possiamo però rimanere indifferenti di fronte alle segnalazioni che ci arrivano in particolar modo nei weekend. Richiamiamo quindi l’attenzione massima al commissario prefettizio auspicando un intervento risolutivo con un’ordinanza a partire da domani, rafforzando i controlli su piazza della Repubblica e lungomare Colombo, quali luoghi più gettonati e laddove le forze dell’ordine ravvisino il verificarsi di assembramenti in netto contrasto con le misure AntiCovid, interdire le aree di riferimento per il solo tempo strettamente necessario a ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza, fatta salva la possibilità di accesso alle abitazioni private».

Articoli correlati

top