Ionadi, il Bilancio di previsione passa a maggioranza

Il consiglio comunale ha licenziato il documento finanziario. Disco verde anche per il Piano delle alienazioni e per Programma triennale delle opere pubbliche

Il consiglio comunale ha licenziato il documento finanziario. Disco verde anche per il Piano delle alienazioni e per Programma triennale delle opere pubbliche

Informazione pubblicitaria
La seduta del consiglio comunale di Ionadi
Informazione pubblicitaria

Approvato il Bilancio di previsione del Comune di Ionadi. Il documento finanziario è passato con il voto contrario del rappresentante del gruppo d’opposizione “E’ il momento di cambiare” Antonio Rossi (l’altro gruppo di minoranza composto da Nazzareno Fialà, Cristian Signoretta e Gianfranco Cullia era assente), motivato della scarsa consistenza di fondi (7mila euro) destinati al settore delle Politiche sociali. Per il resto, sono passati tutti all’unanimità gli altri 8 punti all’ordine del giorno. L’assise è iniziata con la discussione in aula del Piano delle alienazioni, illustrato dall’assessore Gabriele Prestia

Informazione pubblicitaria

Il documento individua 48 aree standard che saranno messe a bando per un valore di circa 71mila euro, fondi “che saranno successivamente utilizzati per la realizzazione di opere, servizi, interventi di manutenzione straordinaria su beni comunali e l’acquisizione di nuove aree”. Tra i punti approvati, anche il Programma dei lavori pubblici per il triennio 2018-2020. Nell’anno in corso l’Amministrazione guidata dal sindaco Antonio Arena sta operando per l’adeguamento sismico, l’abbattimento delle barriere architettoniche e il miglioramento impiantistico della Scuola materna di Ionadi ed elementare della frazione Nao, la creazione di un Borgo assistito (Co-Housing) per l’inclusione sociale, la rigenerazione dei due campi di calcetto situati a Ionadi e nella frazione di Vena, con tanto di rifacimento del manto in erba sintetica, della recinzione e dell’impianto di illuminazione. 

Per il 2019, invece, il programma prevede l’ingegnerizzazione delle reti idriche per la ricerca delle perdite e la realizzazione dell’impianto d’illuminazione pubblica nelle aree rurali. Nel 2020, infine, l’Amministrazione Arena punterà alla realizzazione della Scuola per l’infanzia nella frazione Vena, allo sviluppo del sistema di videosorveglianza sul territorio comunale, al potenziamento del sistema idrico e alla conseguente riduzione dei consumi, al completamento del fosso “Pantano” attinente al rischio idrogeologico. Sempre nello stesso consiglio approvati, infine, la verifica della quantità e qualità delle aree fabbricabili, le aliquote Imu, Tasi e Irpef, il Piano finanziario del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e le tariffe Tari, la nota di aggiornamento al Dup per il triennio 2018-2020.