giovedì,Settembre 23 2021

Rifiuti, Russo (Pd): «Giuste le rivendicazioni, ma il Comune vigili»

Il consigliere comunale d’opposizione si schiera dalla parte dei lavoratori e invita l’Ente ad avviare le opportune verifiche sulla ditta. E aggiunge: «La differenziata resta un miraggio».

Rifiuti, Russo (Pd): «Giuste le rivendicazioni, ma il Comune vigili»

«Ormai a Vibo Valentia non si parla più di raccolta differenziata o di raccolta porta a porta bensì della capacità di garantire lo stipendio ai lavoratori della nuova azienda e un servizio di raccolta dei rifiuti che nella nostra città proprio non riesce ad essere garantito».

È quanto afferma il consigliere comunale del gruppo “Pd e indipendenti”, Giovanni Russo, in riferimento alla protesta dei lavoratori addetti al servizio di raccolta dei rifiuti a Vibo Valentia che questa mattina hanno presidiato l’aula consiliare per rivendicare il pagamento degli stipendi. Gli stessi hanno incontrato nella stessa circostanza i vertici aziendali dell’Ased, ditta che gestisce la raccolta, reclamando a gran voce il rispetto degli oneri contrattuali quale precondizione per poter garantire il servizio di nettezza urbana che sta subendo in queste ore pesanti ripercussioni.

Rifiuti, nuova protesta dei lavoratori Ased in Comune

«I lavoratori – spiega Russo – lamentano semplicemente quanto da loro dovuto: lo stipendio della mensilità. Mensilità che la nuova ditta non è in grado di garantire se non avviene il mandato in banca da parte del Comune. Ho potuto apprezzare da parte di molti di loro la volontà a svolgere al meglio il loro lavoro ed ascoltare le difficoltà dovute alla esiguità dei mezzi e degli strumenti a disposizione. Tale condizione mi fa pensare che ogni mese avremo lo stesso problema, poiché leggendo il contratto che ho reperito presso gli uffici competenti, qualora l’azienda non riuscisse ad espletare in maniera puntuale quanto riportato nel contratto e nell’allegato capitolato, sarebbe oggetto di penali da parte del Comune».

Da qui l’appello «al sindaco Costa e all’assessore De Filippis, affinché gli uffici competenti del Comune effettuino tutti i controlli necessari sulla reale disponibilità di mezzi e strumenti della nuova azienda e se la stessa sia realmente in grado di garantire al meglio l’espletamento del servizio della raccolta dei rifiuti con continuità, regolarità e completezza». Il rischio paventato è che i lavoratori si trovino ancora in futuro nelle medesima situazione e che la città si ritrovi sommersa di rifiuti anche nelle imminenti festività natalizie.
Altro capitolo, la raccolta differenziata. «Spero in questo caso di essere smentito – afferma il consigliere Pd – la differenziata, anche come obiettivo minimo per come riportato nel contratto del 25%, continuerà a rimanere per molto tempo ancora un miraggio, con il conseguente aggravio di costi per i cittadini vibonesi.

A tal riguardo sin d’ora offro come consigliere del PD e come Partito Democratico nel suo insieme la disponibilità ad aprire un tavolo di confronto su tale problematica a cui sono certo, potremo dare un fattivo contributo alla risoluzione di questo che ormai è diventato un annoso problema».

Articoli correlati

top