Comune di Ionadi: approvato il rendiconto di gestione 2017

Voto contrario del capogruppo dell’opposizione Nazzareno Fialà dopo la relazione dell’assessore al bilancio

Voto contrario del capogruppo dell’opposizione Nazzareno Fialà dopo la relazione dell’assessore al bilancio

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Approvato il rendiconto di gestione per l’esercizio 2017 del Comune di Ionadi. Il documento è passato con il voto contrario del capogruppo dell’opposizione “Ionadi” Nazzareno Fialà. Un No motivato dal fatto che non sarebbero stati rispettati i termini minimi di 20 giorni della messa a disposizione del rendiconto ai consiglieri. All’assise, tra gli assenti, anche l’esponente unico dell’altro gruppo di minoranza Antonio Rossi. Sul punto ha relazionato l’assessore al bilancio Nicolina Corigliano. Subito dopo, a prendere la parola è stato il sindaco Antonio Arena, il quale ha rivendicato e illustrato i risultati raggiunti dall’amministrazione comunale in questi primi mesi di consiliatura. Tra questi, le azioni tese al rientro delle tante situazioni debitorie dell’Ente, anche attraverso “la razionalizzazione dei servizi e delle spese”, e la riorganizzazione degli uffici, “in modo da sollevare in modo sinergico la sorte del nostro amato Comune non mancando di erogare servizi di qualità. Tante cose sono state fatte – ha sottolineato, tra l’altro, il primo cittadino di Ionadi – e tantissime sono state programmate. Azioni di cui a breve si vedranno i benefici sul territorio. Sicuramente non siamo stati esenti da errori, da cose che potevano essere magari fatte diversamente. Per quanto mi riguarda, però, posso assicurare che ogni azione amministrativa in questi 11 mesi è stata improntata alla massima trasparenza, legalità ed economicità. Non sono mancate le incomprensioni e le amarezze – ha concluso Arena – principalmente con qualche componente della minoranza, ma noi della maggioranza ci siamo veramente impegnati e sforzati per superare tutto e per non venir meno all’impegno di rappresentare gli interessi della collettività, come ci è stato affidato nel giugno del 2017”. Il Consiglio, in questo caso all’unanimità, ha anche approvato il rinvio all’esercizio 2018 dell’adozione della contabilità economico-patrimoniale, l’attuazione del regolamento relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e il regolamento comunale.   

Informazione pubblicitaria