Vibo, Costa replica all’ex assessore al Bilancio: «Non conosce la materia»

A Laura Pugliese risponde tramite il suo avvocato anche la dirigente Adriana Teti: «Polemica strumentale per fini politici, ora basta»

A Laura Pugliese risponde tramite il suo avvocato anche la dirigente Adriana Teti: «Polemica strumentale per fini politici, ora basta»

Informazione pubblicitaria

«Continuo a ritenere che Pugliese non sia riuscita ancora a comprendere la strutturale differenza tra il ripianamento del bilancio ed il ricorso al piano di riequilibrio, che, ovviamente, presuppone il pre-dissesto». Non ci sta il sindaco di Vibo Elio Costa a essere messo all’indice dall’ex assessore al Bilancio Laura Pugliese, che ieri ha convocato la stampa per esporre la sua versione sulla traumatica rottura che si è consumata con il primo cittadino, fino alle sue dimissioni dall’esecutivo. Il primo cittadino cerca di pungere sul vivo, lasciando intendere che Pugliese non avesse le competenze necessarie per affrontare l’incarico che gli era stato affidato.

«I singolari richiami all’intelligenza dei consiglieri comunali, per indurli ad allontanare da loro qualunque forma di responsabilità contabile – afferma il sindaco in una nota -, offrono la definitiva prova che l’ex assessore debba per molto tempo ancora approfondire le tematiche perché, nell’ipotesi in cui il Comune per l’anno 2019 non riuscisse a conseguire l’importo indicato per il ripianamento, non deriverebbe alcuna responsabilità per i consiglieri e il Comune avrebbe l’opzione di ricorrere, in questo caso, al piano di riequilibrio, versando in una situazione di pre-dissesto».

Sul default dell’ente, Costa accusa il suo ex assessore di aver spinto affinché venisse dichiarato «perché, in tal modo, l’obbligo del ripianamento dei fondi vincolati sarebbe ricaduto sull’Organo straordinario di liquidazione». L’affondo arriva quando il sindaco rimarca quanto già affermato in precedenza, parole che avevano scatenato la reazione della Pugliese e la convocazione della conferenza stampa di ieri. «Non posso che ribadire anche in questa occasione – afferma il primo cittadino –  che le sue dimissioni sono intervenute “puntualmente” in un momento in cui codesto Assessorato avrebbe dovuto relazionare su aspetti complessi riguardanti la specifica materia che le era stata affidata». 

È chiaro che il “sospetto”, da Lei maturato, di poter essere sostituita, e che non ha esitato ad esternarmi nella tarda serata di ieri, ha sicuramente contribuito a ricondurre alla asserita non condivisione dell’azione politico-amministrativa del Sindaco la sua determinazione di dimettersi. Infine, le rimprovera di non aver espresso linee di indirizzo univoche che la struttura burocratica avrebbe dovuto attuare, «con la ferma determinazione di non subire in questo ostacoli o impedimenti da arte dei componenti della struttura medesima». Una presa di posizione che sebbene sia fortemente polemica nei confronti dell’ex assessore, sembra confermare la mancanza di sintonia tra gli apparti burocratici dell’Ente e il livello politico.

Un clima teso che si evince anche dalla reazione del dirigente del Settore affari finanziari, Adriana Teti, che affida al suo legale, Sonia Lampasi, il compito di replicare alle dichiarazioni dell’ex assessore. «Avendo ricevuto espresso mandato di tutelare in tutte le sedi la sua immagine e i suoi interessi – scrive l’avvocato di Teti -, confermo la correttezza dell’operato della mia assistita, che sarà eventualmente chiarito nelle sedi preposte, ove necessario. È notorio che il Comune di Vibo Valentia da anni versa in uno stato di dissesto economico-finanziario con necessità per la dirigenza di far fronte quasi quotidianamente alle emergenze finanziarie, al fine di garantire il normale svolgimento dell’attività dell’Ente stesso. Tale compito è stato svolto con professionalità e diligenza dalla dott.ssa Teti anche sacrificando i propri impegni personali e familiari. Invito, pertanto, l’ex assessore Pugliese a desistere da ulteriori attacchi alla mia assistita, che saranno oggetto di pronta tutela legale, finalizzati a una sterile e inutile campagna elettorale ma che ben poco giovano all’attività dell’Ente».

LEGGI ANCHE: 

Vibo, lo sfogo di Laura Pugliese: «Io commissariata da sindaco e dirigente» (VIDEO)

Vibo, si dimette anche l’assessore Laura Pugliese (VIDEO)