mercoledì,Luglio 28 2021

Filadelfia, il Pd guarda al futuro e discute di politica e territorio

Assemblea degli iscritti alla presenza del responsabile di circolo Rondinelli, del deputato Viscomi, del segretario Insardà e del presidente Romeo. Presenti anche i rappresentanti del movimento civico “Filadelfia Attiva”

Filadelfia, il Pd guarda al futuro e discute di politica e territorio
Un momento dell'assemblea degli iscritti al circolo del Partito democratico di Filadelfia

“Politica e territorio: Idee e Prospettive”. È stato questo il tema attorno al quale si è confrontata l’assemblea del circolo del Partito democratico di Filadelfia, convocata nei giorni scorsi, al parco “La Pratinella”, nel borgo medioevale di Montesoro. Alla presenza del segretario del locale Circolo Vito Rondinelli, del capogruppo al Comune Antonio Carchedi, del deputato Antonio Viscomi, del segretario provinciale Enzo Insardà e del presidente dell’assemblea Enzo Romeo, dirigenti, tesserati e simpatizzanti, insieme ai rappresentanti del movimento civico “Filadelfia Attiva”, hanno dunque discusso per definire la cornice all’interno della quale il confronto sulle idee dovrà rafforzare un progetto per la comunità. [Continua in basso]

«Il senso di responsabilità, l’appartenenza e il sacrificio – ha detto durante il suo intervento il capogruppo Carchedi – stanno via via delineando un quadro che restituisce chiarezza sulle prospettive politiche del circolo come proposta alla comunità del territorio. L’esito delle ultime elezioni regionali, oltre al positivo dato numerico, va letto come domanda di partecipazione plurale. Ecco perché, il nostro progetto è un cantiere aperto, dove non ci sono postazioni precostituite. L’obiettivo immediato   – ha aggiunto Carchedi – può offrire idee programmatiche forti, con l’impegno di mettere in sinergia tutte le forme di aggregazione capaci di costituire reti virtuose, da un nuovo welfare al servizio sanitario territoriale, dall’inclusione sociale all’agricoltura biologica e al microcredito, dalla tutela alla valorizzazione dell’ambiente soprattutto da un punto di vista storico-culturale».

La partecipazione convinta del movimento civico “Filadelfia Attiva” ha aperto nuovi scenari di collaborazione, «di un percorso condiviso  –  è stato rimarcato durante l’incontro – da costruire insieme al mondo associativo e alla società civile con il fine di diventare costruttori di una nuova comunità superando l’idea di delegare il progetto al singolo protagonista».  Il percorso intrapreso ha ottenuto pieno sostegno, Romeo e Insardà hanno, in particolare, ribadito la necessità di aprire una nuova fase politica che consenta la valorizzazione di una nuova classe dirigente che «ha necessità di coltivare buoni esempi», d’altra parte Romeo Aracri ha invitato il partito e i gli intervenuti a sostenere il movimento «non solo perché giovani ma soprattutto perché capaci». A conclusione, le parole lanciate dal parlamentare Viscomi “Rete e progetto” sono state prese a modello dall’assemblea per tradurre le idee in opere concrete. «Il progetto che proponiamo – ha dunque detto il deputato – funzionerà se tra noi c’è amicizia tra le persone e amore per la propria terra. Il consenso breve non funziona più. Il futuro dei giovani dipende da quello che noi siamo in grado di fare oggi».

top