Riapertura della Stazione di Francavilla Angitola, Wanda Ferro annuncia interrogazione

Il deputato di Fratelli d’Italia sostiene la battaglia dei sindaci dell’Angitolano e chiede di rimettere in funzione «uno scalo nevralgico per il popoloso comprensorio»

Il deputato di Fratelli d’Italia sostiene la battaglia dei sindaci dell’Angitolano e chiede di rimettere in funzione «uno scalo nevralgico per il popoloso comprensorio»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro depositerà un’interrogazione al Governo per chiedere di valutare la riapertura della stazione ferroviaria di Francavilla Angitola. «Si tratta di una stazione che rappresenta uno snodo nevralgico per il popoloso comprensorio dei comuni dell’Angitola, nel Vibonese – ha riferito a tal proposito la parlamentare -, tra l’altro perfettamente funzionante e ristrutturata da poco, ma nella quale da quattro anni ormai non si fermano treni, e che è ridotta ad una struttura fantasma. Una decisione che, considerato anche lo stato disastroso della viabilità interna nel Vibonese, penalizza migliaia di lavoratori pendolari e studenti che devono raggiungere le sedi universitarie calabresi, ma anche lo sviluppo di una zona costiera ricca di strutture produttive e ricettive e che soprattutto nel periodo estivo registra una elevata presenza turistica. Tra l’altro la riapertura della stazione consentirebbe un facile e veloce collegamento con la stazione di Lamezia Terme Centrale e l’aeroporto. Condivido quindi la mobilitazione promossa dai sindaci del comprensorio – quelli di Francavilla Angitola, Maierato, Monterosso, Capistrano, Polia e Filadelfia – e chiedo quindi che il governo intervenga con Trenitalia e Rfi per sollecitare la riattivazione della stazione», conclude Wanda Ferro. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Stazione di Francavilla Angitola, dove i treni non fermano più (VIDEO)