mercoledì,Luglio 28 2021

Comunali Sant’Onofrio, Ncd al fianco di Bulzomì

Entra nel vivo la corsa al palazzo municipale. Il partito di Alfonsino Grillo si schiera con l’ex vicesindaco di Vibo sostenuto pure da Udc e pezzi di Forza Italia. In campo scenderà Caterina Voce, docente di scuola primaria.

Comunali Sant’Onofrio, Ncd al fianco di Bulzomì

«Abbiamo deciso di scendere in campo per offrire il nostro contributo concreto, impegnando il patrimonio politico finalizzandolo al miglioramento delle condizioni di vita della nostra comunità. Nel farlo, prima di fare scelte definitive, abbiamo valutato in maniera scrupolosa tutte le proposte pervenute». È questa la posizione da cui parte il Nuovo centro destra nella corsa al posizionamento in funzione delle prossime elezioni comunali di Sant’Onofrio, chiarendo come il percorso politico intrapreso abbia infine portato alla scegliere quello che viene definito «il progetto politico più affidabile e vestito di elementi necessari per dare la svolta di cui c’è bisogno».

Una scelta che tradotta in sostanza va ad individuare in Salvatore Bulzomì, già consigliere regionale, vicesindaco di Vibo Valentia e, ora, a capo di una formazione definita “civica” ma ispirata da pezzi di Forza Italia e Udc, il candidato gradito anche al partito del coordinatore provinciale Alfonsino Grillo.
«Per guidare il governo della città e tentare di risolvere le tante emergenze rimaste irrisolte – insiste l’Ncd -, riteniamo, siano da evitare gli errori del passato e sia indispensabile affidare la gestione della cosa pubblica a persone di riconosciuta esperienza e capacità politica».

A rappresentare il partito nella corsa al Comune ci sarà una donna, Caterina Voce docente di scuola primaria. Profilo ritenuto più che idoneo in quanto, viene chiarito «pensiamo che le donne siamo portatrici di interessi che travalicano la nostra stessa persona, che sono quelli dei nostri figli, delle nostre famiglie: in sostanza della nostra società nel suo complesso. E poi – si legge ancora – perché guidando una comunità è necessario acquisire il punto di vista del mondo femminile, la loro passione, la loro capacità di cogliere immediatamente l’essenza del problema e di trovarne la soluzione, che travalica in alcuni casi anche le logiche del politichese».

«Siamo certi – conclude l’Ncd – che la nostra scelta, condivisa dal coordinamento provinciale del partito, sarà premiata dagli elettori e servirà a garantire la presenza del nostro progetto politico».

Articoli correlati

top